Abbiamo due orologi: uno al polso, l’altro abbaia e ha la coda | Dogalize

abbiamo due orologi

Abbiamo due orologi: uno al polso, l’altro abbaia e ha la coda | Dogalize

Quando si decide di prendere un cane, la prima cosa che gli si deve promettere è la possibilità di dedicargli il giusto tempo per le passeggiate, i giochi, i bisognini.
All’inizio è una promessa, dopo diventa una routine che acquista una sua poesia. Come quei momenti in cui, da bambini, i nostri genitori ci promettevano di andare tutti insieme alle giostre, e sapevamo che quel tempo era un piccolo tempio di affetto e gioia, solo per noi e per chi amavamo.
Camminando con il nostro cane, se non siamo distratti da persone o cellulari, notiamo in silenzio le novità che ci sono nei nuovi percorsi che scopriamo insieme. Conosciamo involontariamente altre persone che percorrono le nostre vie con i loro amici a 4 zampe, e parlando con questi nuovi amici scopriamo le loro storie, spesso simili a quella nostra con il nostro cane. Di sera tardi, spesso, l’unico rumore è quello dei nostri passi e dello zampettio del nostro amico, e le riflessioni sulla giornata improvvisamente non sono più caotiche e pesanti, ma riusciamo a guardarle meglio, aiutati dalla presenza rassicurante di Fido e dal silenzio alla luce della Luna.
Quando siamo depressi e tristi, non possiamo permetterci di chiuderci in camera a piangerci addosso, ma dobbiamo provvedere a indossare subito una tuta e delle scarpe comode perché Fido ha bisogno di far pipì, e questo, nostro malgrado, ci fa uscire da quel guscio in cui volevamo chiuderci e che poteva soffocarci di tristezza.
Avere cura di un amico che dipende da noi non è solo ‘altruismo’, ma è la più bella forma di amore che possiamo avere anche per noi stessi.
Quindi, non possiamo che augurarvi splendide passeggiate di serenità e meditazione a 6 zampe!

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×