Cane ucciso a colpi di martello per vendere un terreno

cane ucciso

Cane ucciso a colpi di martello per vendere un terreno| Dogalize

A Gallicano (Lucca) si è consumata una terribile barbarie ai danni di un cagnolino, ‘colpevole’ di occupare un fondo che il suo proprietario voleva vendere.

Il cane era un meticcio malato di scabbia, ed è stato circondato e ucciso a colpi di martello dal suo padrone 60enne e da altri due parenti. Le sue urla strazianti hanno richiamato le attenzioni di un vicino che, allarmandosi, ha visto la scena.

Il cane è morto con il cranio sfondato, e i tre malfattori è scattata la denuncia per concorso in uccisione di animali, reato punito dal codice penale con una reclusione che può durare fino a 18 mesi.

Giorgia Martino
Fonte: Il Tirreno

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×