Strage di cani poliziotto negli Usa

Strage di cani poliziotto negli Usa

Strage di cani poliziotto negli Usa: troppi muoiono dimenticati in auto durante le investigazioni

Negligenza e incuria volontaria di molti proprietari poliziotti. Le punizioni spesso sono semplici multe.

I cani hanno, come tutti sanno, un olfatto sviluppatissimo, e questo rende frequente la loro partecipazione a molte investigazioni e operazioni delle Forze dell’Ordine. Si usa il termine ‘partecipazione’ proprio perché ‘utilizzo’ suona come un’oggettivizzazione del cane stesso. Eppure, se ci pensiamo, di questo si tratta, soprattutto quando viene sacrificata la loro vita senza che ovviamente siano stati i cani poliziotto a cercarlo, fiduciosi nella capacità intellettiva del loro amico umano.

Riporta Il Giornale che, dal 2012 ad oggi, sono morti negli Stati Uniti almeno 20 cani poliziotto chiusi al caldo insostenibile nei veicoli in cui erano stati lasciati: in alcuni casi per dimenticanza, in altri per attendere l’attuazione di un intervento.

Il caso di Primo, eroe morto in auto

Viene fatto l’esempio di Primo, pastore tedesco della polizia di New Orleans, morto in auto perché lasciato per due ore al caldo mentre il suo proprietario stava con i colleghi ad effettuare delle indagini in un magazzino durante un’operazione antidroga.

La cosa che fa più rabbrividire è lo stato in cui il cane è stato trovato: morto all’interno di una macchina completamente distrutta da morsi e graffi, che testimoniano la sua disperazione e la sua agonia nei tentativi di uscire dal forno che l’ha ucciso.

Negli ultimi anni, alcuni poliziotti sono stati condannati per negligenza nei confronti del loro amico a 4 zampe, ma sono tornati a lavorare con altri cani dopo aver semplicemente pagato una multa.

Si ricorda che un cane poliziotto vive con l’agente con cui opera, per cui tra loro si dovrebbe instaurare un rapporto di affetto. Cosa che, a quanto pare, avviene in modo perverso in troppi casi.

Uno degli ultimi casi di crudeltà è stato registrato a Miami lo scorso 27 maggio, dove due cani del dipartimento di polizia sono morti dopo essere stati lasciati in auto per 7 ore dall’agente Nelson Enriquez. La sua giustificazione: se n’era dimenticato. Ci si augura vivamente che la giustizia non abbia gli stessi vuoti di memoria.

 

Resta informato sulle notizie e curiosità del mondo animale con il Blog Dogalize

dc25b900-2342-44e5-87d6-9232d9fb0190

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×