Turisti italiani adottano due cuccioli randagi a Creta | Dogalize

Creta: due turiste italiane adottano un cagnolino

Cani in pericolo adottati da turisti italiani | Dogalize

Le vacanze cretesi di due turiste italiane si sono concluse con l’adozione imprevista di un cagnolino. Infatti la situazione che le due ragazze descrivono per ciò che riguarda i cani nella zona in questione non sembra essere delle migliori.

La prima storia è quella di Lucrezia Germini, che da Roma è partita per Chania con il suo fidanzato. Lì hanno visto un meticcio che vagava senza meta fra le macchine che correvano sull’autostrada, e così si sono fermati e hanno cercato di trovare il proprietario, senza successo. Non potendo portare la meticcia con loro, l’hanno lasciata vicino ad un albero con il loro numero di telefono, ma il giorno dopo sono tornati a prenderla, in preda ai sensi di colpa, e l’hanno trovata ancora lì. L’hanno così adottata portandola in Italia.

La seconda storia è, invece, quella di Annalisa Trebbi, che sempre a Chania ha visto un meticcio che rischiava di essere investito. Lei e il fidanzato hanno chiesto aiuto a varie associazioni, ma i volontari della Noah’s Ark Animal Sanctuary di Chania hanno spiegato alla coppia che le strutture che ospitano randagi sono al collasso. Così Whiskey, il nome dato al cagnolino trovato a Creta, è stato adottato dai due giovani che lo hanno riportato a Bologna.

La situazione a Creta

Afferma Annalisa Trebbi a proposito di ciò a cui hanno assistito: 
A Creta c’è una totale indifferenza per la vita dei cani, che non hanno dignità e vengono investiti per le strade senza che nessuno si scomponga."

Non esiste la cultura del cane da compagnia, gli animali non vengono sterilizzati né microchippati, e se trovi un cucciolo senza un padrone e chiedi aiuto a commercianti o residenti della città, la risposta è sempre la stessa: lo riporti dove lo ha preso. Per il turismo, questa è una pessima cartolina dell’isola”.

Giorgia Martino

No Comments Yet

Comments are closed

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×