La socializzazione dei cani

socializzazione dei cani

La socializzazione dei cani

Cosa è?

Con il termine “socializzazione”, si intende quella fase della vita del cane durante la quale inizia a conoscere stimoli ambientali e a catalogarli come pericolosi, amichevoli o neutrali; gli stimoli ambientali sono rappresentati da qualsiasi cosa sia esterna all’individuo. Approfondiamo la socializzazione dei cani.

La socializzazione dei cani

Ogni cane ha carattere diverso e delle peculiarità genetiche che lo predispongono per alcune attività, questo vale anche per la socializzazione. Diverse morfologie di cane hanno diverse modalità di espressione e diverse sono anche le tempistiche con le quali imparano la comunicazione interspecifica, ovvero con gli appartenenti alla stessa specie.

I lupoidi (Husky, Pasore Tedesco, Border Collie, ecc.) tendono ad avere uno sviluppo più rapido delle competenze sociali rispetto ai molossoidi (Pit Bull, Labrador, Carlino, ecc.), che hanno solitamente bisogno di una socializzazione più lunga e attenta per continuare ad essere più amichevoli nei confronti degli altri cani.

Come fare una buona socializzazione

Esporre il cucciolo ad una moltitudine di cani diversi per sesso, morfologia, colore, grandezza ed età, aiuterà il piccolo a generalizzare il concetto di cane e farà una “palestra” di comunicazione che lo aiuterà nella vita adulta. Le Puppy Class sono dei luoghi dove i cuccioli vengono portati a socializzare sotto la sorveglianza degli educatori, che interromperanno interazioni inappropriate e daranno consigli ai proprietari su come comportarsi nella vita di tutti i giorni.

La socializzazione con gli esseri umani

Come per gli altri cani, i cuccioli hanno bisogno di vedere quanti più umani possibili, in diverse situazioni e con diverse caratteristiche fisiche. Non si tratta quindi solo di fargli conoscere uomini, donne e bambini, ma anche anziani, persone con differenti colori della pelle, persone che vestono cappelli e cappucci, persone che vanno in giro con il bastone o in carrozzina. Oltre alle caratteristiche delle singole persone incontrate, i cuccioli vanno anche gradualmente abituati alle folle, come i centri commerciali o le vie principali delle città, cosicché non siano spaventati in futuro da questi stimoli.

La socializzazione con i rumori

Aspirapolvere, fuochi d’artificio, traffico, tuoni ed altri rumori possono essere fatti conoscere al cucciolo con un avvicinamento graduale alla fonte del rumore, aumentando successivamente anche l’intensità della stessa. E’ importante mostrarsi allegri e sicuri quando si presentano questi rumori e distrarre il cucciolo con giochi, bocconi e carezze, perché li associ ad esperienze positive, invece che stressanti.

Rivolgersi ad un educatore

E’ bene ricordare che la socializzazione ha una durata limitata e ciò che viene fatto in quel periodo resterà per tutta la vita del cane: è molto difficile infatti recuperare eventuali lacune che derivano dal periodo della socializzazione. Per qualsiasi dubbio è quindi opportuno rivolgersi ad un educatore cinofilo qualificato che possa guidare il padrone nella scoperta del mondo da parte del suo cucciolo in un periodo così delicato.

Per altre informazioni sul comportamento del tuo animale, entra in www.dogalize.com, gli educatori sono a disposizione via chat o videocall!

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×