Onore al pastore tedesco Diesel: il cane poliziotto eroe di Parigi

Cane poliziotto

Onore a Diesel, il cane poliziotto eroe di Parigi | Dogalize

Non sono molte le parole che si possono spendere in certi casi.

Davanti alla brutalità dell’uomo, davanti alla cattiveria e al terrore, non c’è quasi nulla da dire e le parole sembrano inutili.
Sono i gesti che restano nelle menti e nei cuori di chi resta: e che spingono chi resta a voler creare, a sperare, a combattere per un mondo migliore e per la giustizia. I gesti, come quelli delle migliaia di cittadini che a Parigi hanno aperto le proprie porte a coloro che scappavano dagli spari. I gesti dei singoli eroi, in questa e in tutte le altre tragedie, che restituiscono un briciolo di fiducia nell’umanità, una fiducia che sempre più spesso viene messa a durissima prova.
I gesti come quello di Diesel, pastore belga malinois di 7 anni, che ha avuto il coraggio di entrare nell’appartamento di Sant-Denis nel quale la polizia francese stava conducendo un blitz contro la mente degli attacchi del 13 Novembre scorso. Diesel ha compiuto un gesto estremo, molto probabilmente salvando tutti i propri compagni di squadra, che forse considerava anche amici, chissà.
Diesel è stato ucciso dalla furia dei terroristi, permettendo però la cattura di 7 di loro. Diesel è morto facendo il suo lavoro, salvando una quantità inimmaginabile di vite, nell’immediato presente e con ogni probabilità nel futuro, impedendo allo stesso gruppo terroristico ulteriori attacchi.
Un elemento che rende ancora più triste la tragedia è che Diesel è uscito da quell’appartamento, per morire tra le braccia del compagno di squadra: non il padrone, ma il compagno, la spalla e l’amico, con cui ha sempre condiviso tutto
Diesel mancherà, come mancano tutti coloro che quotidianamente lottano per il bene altrui.
Ricordiamo le vittime innocenti di questa tragedia immane, e, da oggi, ricordiamo anche Diesel, un vero eroe.
Foto: Twitter

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×