Cani antiesplosivo in Piazza San Pietro

cani antiesplosivo

Psicosi terrorismo: cani antiesplosivo in Piazza San Pietro

Il Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco, unito all’aumento esponenziale della minaccia terroristica di matrice Islamica, sta mettendo a durissima prova il sistema di sicurezza di Roma, coadiuvato da quello della Gendarmeria Vaticana, da ieri cani antiesplosivo all’opera.

Sono attive da ieri delle unità supplementari cinofile, cani antiesplosivo sempre all’erta per prevenire eventuali attentati. La loro presenza, ora più visibile di prima, si unirà a nuove delibere contro il traffico massiccio nella zona di Piazza San Pietro; nuovi divieti di sosta e una nuova area pedonale; maggiori quantità di Forze dell’Ordine con dispositivi portatili, per migliorare i controlli, nonostante la contrarietà del Pontefice, non amante di eccessive misure di sicurezza.

Non resta che augurare un buon lavoro ai nostri colleghi, pelosi e non; e di sperare che non succeda nullla.

Daniele Barbieri

Fonte: Repubblica

 

Iscriviti a www.dogalize.com il dog social network n° 1 in Italia

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×