Veterinario: I cambi di alimentazione nel cucciolo

93a67fb6-7625-4778-89ba-4c9e5f3f6917.jpg

Il cambio di alimentazione nel cucciolo

Natale è alle porte, e spesso capita di ricevere o donare un cucciolo. Molti consigli li abbiamo già dispensati, molti ne dispenseremo: ecco uno di questi consigli, sul cambio di alimentazione nel piccolo.

Il proprietario di un cucciolo, soprattutto se è alle prime armi, spesso si domanda come poter gestire l’alimentazione del suo nuovo amico. Per evitare spiacevoli inconvenienti, come la diarrea, è bene seguire alcune semplici regole.

Un cucciolo appena svezzato (con più di 2 mesi) necessita di almeno 3 pasti al giorno.

E’ bene non modificare in fretta l’alimento che sta assumendo: il cambiamento di alimentazione (marca o ingredienti) deve essere fatto nel modo più graduale possibile. Per esempio: iniziate a sostituire ¼ di vecchio alimento con ¼ di quello nuovo il primo giorno; il secondo giorno mischiate ½ alimento vecchio e ½ alimento nuovo; il terzo giorno ¾ di alimento nuovo e ¼ di alimento vecchio; e via dicendo, in modo da cambiare l’alimento nel giro di 4-5 giorni.

Questi accorgimenti proteggeranno l’intestino del vostro amico da eventuali irritazioni, che possono sfociare nella fastidiosa diarrea.

Dott. Silvia Campana

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×