Canile-Lager scoperto a San Giovanni Valdarno: interviene la GdF

gdf

Canile-Lager scoperto a San Giovanni Valdarno: interviene la GdF | Dogalize

Ancora una volta ci vediamo costretti a parlare di qualcosa di cui, nel 2016, ci sembra francamente pazzesco parlare; a San Giovanni Valdarno un’ispezione della GdF “Guardia di Finanza” ha portato alla luce un vero e proprio allevamento/canile “lager”, con più di 70 animali (la stragrande maggioranza cani) tenuti in condizioni pietose a dir poco.

La segnalazione è stata fatta da un esponente del Movimento 5 Stelle, l’on. Bernini, ed è stata condotta appunto dai militari delle Fiamme Gialle in accordo con l’Eital, l’associazione per i diritti degli animali.

Ecco le parole dei responsabili dell’operazione: “Durante il blitz, scaturito in seguito alla segnalazione dell’onorevole Paolo Bernini (M5S), sono stati rinvenuti oltre 60 cani allevati in una abitazione privata e venduti illegalmente. “Nell’ abitazione privata, un casolare tra le colline valdarnesi, erano presenti 60 cani adulti e 6 cuccioli oltre a 4 gatti, gestiti in condizioni non compatibili per le specie detenuti in stanze buie e irrespirabili – come certificato dal medico veterinario Maruska Fossi esperta in materia – nominata ausiliare di Polizia Giudiziaria dalla Guardia di Finanza del Comando di San Giovanni”.

I cani, stando al definitivo controllo delle Fiamme Gialle, venivano poi venduti sul web, a cifre che oscillavano intorno ai 350 euro.

Daniele Barbieri

Fonte: Arezzonotizie

Se siete curiosi di sapere qualche notizia riguardante cani e stili di vita di altri animali, visitare www.dogalize.com!  

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×