Gestazione gatti: tutto quello da sapere, durata, parto

Gestazione gatti: tutto quello da sapere, durata, parto

Gestazione gatti: tutto quello da sapere, durata, parto

Il periodo di gestazione gatti è equivalente all’incirca a 60-65 giorni, calcolando la data a partire dal concepimento. Così come accade per gli uomini, anche ai gatti può succedere di partorire prematuramente: in questi casi però i cuccioli difficilmente avranno grandi possibilità di sopravvivenza. Durante la gestazione gatti è possibile effettuare delle ecografie di controllo, anche se il numero dei cuccioli può essere individuato solo a partire dal 45° giorno in quanto le ossa si calcificano e si rendono più visibili. Per poter assistere la gestazione gatti è necessario integrare la loro alimentazione con crocchette formulate apposta per garantire il corretto apporto nutritivo anche per quanto riguarda la lattazione.

Gestazione gatti, i giorni antecedenti al parto

Nella gestazione gatti, gli ultimi giorni che trascorrono prima del vero e proprio parto rappresentano per la gatta momenti concitati in cui diventa molto irrequieta: questo anche per l’azione degli ormoni. Dal punto di vista prettamente fisico, i capezzoli le si arrossano, segnale che il parto è imminente e che è necessario preparargli il luogo deputato. A tal fine può essere utilizzata una cesta da imbottire con coperte e materiali morbidi per mantenere la temperatura, inoltre possono essere posizionati oggetti di interesse per la gatta. Onde evitare che anziché la cesta vengano prediletti altri luoghi meno conosciuti o pratici per partorire, è necessario chiudere le ante degli armadi e i cassetti: in questo modo si eviteranno spiacevoli sorprese.

Gestazione gatti: come assistere la gatta durante il parto

Una volta giunto il termine di gestazione gatti si giunge al momento del parto. Esso avviene in maniera molto naturale attraverso la dilatazione della cervice e le contrazioni dell’utero, proprio come avviene per le donne. La respirazione della gatta è più affannosa e non è raro sentirla fare le fusa nel momento subito precedenti alla rottura del sacco amniotico. La gatta sceglie da sola la posizione da assumere, che può essere sia in piedi che sdraiata, a seconda di quello che predilige. Inizieranno così a nascere i gattini, anche se c’è da ricordare che un parto può durare anche fino a sei ore e che ad ogni cucciolo deve corrispondere un’espulsione della placenta. In caso contrario si potrebbero verificare infezioni nel giro di poco tempo.

Per conoscere tutti i comportamenti del tuo amico a quattro zampe e restare sempre aggiornato sulle novità che riguardano il mondo felino, visita il blog per gatti di Dogalize

No Comments Yet

Comments are closed

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×