Raffreddore del gatto: i sintomi e i rimedi

Raffreddore del gatto: sintomi e rimedi

Raffreddore del gatto: sintomi e rimedi

Il raffreddore del gatto è un disturbo molto comune e frequente che si manifesta con starnuti, gocciolamento e naso irritato. E’ davvero molto semplice riconoscere il raffreddore nel gatto e, ancora più semplice, intervenire per aiutare il micio a respirare meglio.

I sintomi del raffreddore nel gatto

La sintomatologia che accompagna il raffreddore del gatto è molto simile a quella che si manifesta nell’uomo. Un gatto raffreddato, infatti, starnutisce di continuo durante la giornata, ha il naso irritato, particolarmente umido e screpolato. Grande produzione di muco (spesso molto denso ed accompagnato da pus) ed occhi rossi sono altri sintomi tipici del raffreddore nel gatto.
Il micio raffreddato, inoltre, è inappetente a causa delle difficoltà respiratorie: il gatto, non potendo percepire gli odori, evita di mangiare cibi per istinto cautelativo.

Le cure e i rimedi

Quando si sospetta che il gatto è raffreddato, è importante rivolgersi al proprio veterinario di fiducia che potrà verificare se si tratta di raffreddore causato da virus oppure se è determinato da un’allergia alimentare.

In alcuni casi, il veterinario potrebbe prescrivere un trattamento farmacologico a base di antinfiammatori, antistaminici e antibiotici. Tutte le medicine appena citate sono necessarie per circoscrivere e contenere l’infezione nel micio.

Particolare attenzione deve essere posta all’alimentazione del gatto raffreddato. Come abbiamo sottolineato nel paragrafo precedente, il micio che ha il raffreddore potrebbe rifiutare il cibo. E allora, per invogliare il felino ad alimentarsi, meglio evitare le crocchette ed optare, invece, per il cibo umido magari a media temperatura: in questo modo il gatto potrebbe percepire l’odore degli alimenti e decidere di nutrirsi.

E’ poi essenziale umidificare l’ambiente per aiutare il gatto a liberare le vie respiratorie dal muco. All’uopo, può essere utile aggiungere delle gocce di essenza di eucalipto oppure di camomilla negli appositi contenitori sui termosifoni.
Infine, per alleviare i fastidi connessi al continuo sfregamento di naso ed occhi, si consiglia di passare su questa zona un panno morbido leggermente imbevuto di acqua.

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×