Razze Feline: il gatto Sokoke carattere e caratteristiche

gatto Sokoke razze gatti

Storia del gatto

Le origini del gatto Sokoke vanno ricercate all’interno del territorio africano del Kenia, più precisamente all’interno della foresta che porta il suo stesso nome. La sua prima comparsa avvenne negli anni ’70: un’allevatrice inglese che si trovava in quelle zone decise di iniziare un allevamento di questa razza. Successivamente una sua amica di nome Gloria Moldrup ne importò alcuni esemplari in Danimarca, primo stato europeo dove comparvero: l’ufficializzazione della razza Sokoke avvenne poi nel 1992.

Caratteristiche del gatto Sokoke

Il felino appartenente alla razza dei gatti  Sokoke possiede alcune caratteristiche fisiche assimilabili ai gatti selvatici ed altre molto simili al gatto domestico. Esso è di taglia media, raggiungendo gli standard delle altre razze, anche se il suo fisico appare longilineo e le sue zampe sono lunghe, così come la sua coda. Dal muso cuneiforme ma leggermente smussato spuntano occhi a mandorla grandi e brillanti, che assumono una colorazione ambrata o verde. Il mantello del gatto Sokoke possiede pelo molto corto e lucido, di colore scuro.

Il carattere del gatto Sokoke

Essendo originari della foresta, i gatti Sokoke  sono abili arrampicatori e la loro indole è un po’ selvaggia: per questo motivo si adatta senza problemi a vivere all’interno delle mura domestiche, ma di sicuro necessita di un po’ di tempo da trascorrere all’aria aperta, sfogando la sua voglia di libertà. Il gatto Sokoke in linea generale è molto indipendente, ma anche molto affettuoso nei confronti dei suoi padroni.

Le sue cure

Per mantenere in salute un gatto Sokoke  è sufficiente lucidargli il pelo in maniera costante utilizzando un panno di pelle di daino.

La sua alimentazione

L’alimentazione del gatto appartenente alla razza Sokoke non richiede particolari attenzioni: possono essere utilizzati alimenti sia freschi che secchi, prediligendo la carne di cui è ghiotto.

La riproduzione del gatto

Il gatto Sokoke può essere fatto accoppiare dopo il 2° o 3° calore: il loro periodo gravidico è di circa 60 giorni trascorsi i quali nascono dai 3 ai 4 cuccioli.

 

Scopri le caratteristiche e differenze delle altre razze feline.

Stai per adottare un micio ? Hai bisogno di un consiglio?

Contatta gratuitamente gli educatori e i veterinari di Dogalize: sono a tua disposizione gratuitamente via chat oppure informati sulla cura e benessere di gatti

 

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×