Temperatura del gatto come viene misurata

Temperatura del gatto come viene misurata

Temperatura del gatto: come viene misurata

La temperatura del gatto varia 37,7-39,1 gradi centigradi. Il corpo del gatto regola la sua temperatura (fenomeno noto come termoregolazione) da una serie di misure e per una serie di motivi. Quando si verifica una infezione, il corpo spesso aumenta la temperatura interna come un modo per combattere e uccidere l’organismo infettivo, è quando avviene la febbre.

La termoregolazione si riferisce al controllo della temperatura del corpo a causa di fattori esterni come un aumento o una diminuzione della temperatura. Quando ciò avviene, i gatti devono cambiare posizione, trasferirsi in un posto ombreggiato se fa caldo, trasferirsi in un posto riparato, o verso il sole, se fa freddo.

La temperatura del gatto: “l’abbassamento”

Un altro fenomeno che avviene nel gatto è la vasocostrizione o vasodilatazione, ovvero il restringimento o l’allargamento dei vasi sanguigni di limitare o aumentare il flusso sanguigno. Il sangue trasporta il calore, che viene poi quando raggiunge la superficie della pelle. Quindi, nelle giornate calde, i vasi sanguigni si dilatano per aumentare il flusso di sangue alla pelle, nelle giornate fredde si restringono per ridurre la perdita di calore. Un altro atteggiamento è il tremore. Quando la temperatura scende e i metodi citati, non sono più efficaci sono, il vostro gatto trema. Ciò si verifica quando i muscoli cominciano a tremare leggermente per produrre calore da spendere energia. Il tremore può verificarsi anche in risposta alla febbre. In merito alla sudorazione, non è importante nei gatti come negli esseri umani. I gatti sudano un po’ attraverso le loro zampe.

Febbre o ipotermia, cosa fare

 Ci sono due cause di una temperatura elevata nel gatto. La febbre o ipertermia. La febbre (piressia) è solitamente il risultato di un’infezione. Il corpo aumenta la temperatura interna al fine di combattere l’infezione. L’ipertermia si verifica quando la temperatura esterna è maggiore della temperatura del gatto e non è in grado di portare la temperatura dalla termoregolazione. Ad esempio, un gatto bloccato in una macchina in una giornata calda è a grande rischio di sviluppare ipertermia. Questa è una condizione pericolosa per la vita e richiede urgente attenzione veterinaria. Il gatto invece con una bassa temperatura o ipotermia, è un fenomeno che può essere causato dalla temperatura esterna troppo bassa e ancora una volta, la termoregolazione non è in grado di mantenere la temperatura corporea a livelli di sicurezza. Si può verificare se il gatto è al freddo per un periodo di tempo troppo lungo. I gattini sono molto più difficoltosi nel mantenimento della temperatura corporea, quindi, è importante che il proprietario dell’animale sia a conoscenza di questo e mantenga una temperatura costante per loro.

La temperatura del gatto: come va presa

Per prendere la temperatura con un termometro a mercurio è necessario un termometro a mercurio e della vaselina. Basta mettere il vostro gatto su una superficie stabile come un tavolo da pranzo e tenerlo per la collottola del collo, in modo che lui non possa scappare. Poi bisogna agitare il termometro finché non si scende 35.5 gradi. Si deve poi lubrificare la punta lampadina con un po’ di vaselina, sollevare la base della coda e farla scivolare delicatamente nel retto del vostro gatto, fino a quando la metà di esso non è dentro. Tenerlo in posizione per tre minuti, ritirare e controllare la lettura. Si dovrebbero cercare cure veterinarie se la temperatura del gatto è sotto i 37,2 gradi o superiore ai 40.

 

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×