Deltacortene cane: il medicinale e gli effetti collaterali

Deltacortene cane: il medicinale e gli effetti collaterali

Deltacortene cane: il medicinale

Il deltacortene cane è un medicinale veterinario, antinfiammatorio e antidolorifico. Viene somministrato soprattutto a cani anziani per curare malattie reumatologiche nella fase acuta ed evitare il ritorno dei sintomi. Il deltacortene è una terapia cortisonica, prescritta dal veterinario, e, talvolta, di lunga durata. La quantità di somministrazione viene definita dal veterinario e varia a seconda del peso dell’animale. Sotto consiglio del veterinario di fiducia, si possono prevenire alcuni effetti collaterali, somministrando assieme al deltacortene dei medicinali gastroprottettori.

I possibili effetti collaterali

Gli effetti collaterali del deltacortene sono:

  • Ipersensibilità;
  • Ulcera peptica;
  • Problemi renali, come ristagno dei liquidi;
  • Ipertensione;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Osteoporosi;
  • Miopatie;
  • Alterazioni cutanee;
  • Vertigini;
  • Cefalee;
  • Diabete;
  • Cataratta;
  • Aumento di peso.

Si pensa, inoltre, che le cure cortisoniche abbiano effetti collaterali notevoli non solo dal punto di vista fisico, ma anche nel lato caratteriale dell’animale. I nostri amici pelosi sembrano essere più nervosi e aggressivi. Risultano più paurosi ed abbaiano molto più frequentemente. Evitano la socializzazione e riducono al minimo i momenti di svago e gioco. I cani che soffrono degli effetti collaterali, inoltre, risultano non essere interessati all’ambiente circostante e uscendo per una passeggiata non esplorano l’area.

Come ridurre i rischi degli effetti collaterali

Tuttavia, se si seguono tutti i consigli del veterinario non dovrebbero sorgere problemi. Con le terapie cortisoniche è assolutamente sconsigliato il fai da te. Anche se il veterinario di fiducia ha precedentemente prescritto la cura con il deltacortone, non bisogna improvvisare. E’ bene infatti, interpellare sempre il veterinario. Dobbiamo seguire le dosi di somministrazione consigliate, senza aumentare, per nessuna ragione, il dosaggio. Preoccupiamoci di riferire al veterinario la comparsa di uno qualsiasi dei sintomi o degli effetti collaterali. La terapia con il cortisone non va mai interrotta di colpo, dobbiamo eliminare il deltacortene un poco alla volta. Anche se non vi è alcun riscontro certo (i veterinari sono alquanto contrastanti a riguardo), la somministrazione del cortisone dovrebbe avvenire al mattino per cani e alla sera per i gatti. Gli animali, nel periodo della cura cortisonica, dovrebbero essere quotidianamente seguiti sia dal punto di vista fisico che comportamentale. In ogni caso, come dicevamo, è sempre meglio interpellare il veterinario. Come dici, non sai dove trovarlo? Semplice, scegli la piattaforma Dogalize, il Social Network per gli amanti degli animali. Qui potrai trovare i veterinari più referenziati.

Cosa aspetti, vieni a trovarci!

No Comments Yet

Comments are closed

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×