Furetto domestico: alla scoperta di questo simpatico animaletto

Furetto domestico: alla scoperta di questo simpatico animaletto

Furetto domestico: alla scoperta di questo simpatico animaletto

Tra gli animali domestici ce n’è uno, forse poco conosciuto, che negli ultimi anni si sta riscattando, andando ad occupare un proprio status all’interno di molte famiglie italiane: stiamo parlando del furetto domestico. Il Mustela putorius furo, questo il suo nome scientifico che letteralmente significa “ladro puzzolente” ha delle abitudini particolari e anche un po’ curiose, come ad esempio la tendenza a nascondere il cibo facendosene scorta. L’aggettivo “puzzolente” invece si deve al cattivo odore emanato nel caso in cui il furetto non venga sterilizzato, a causa di una sostanza emanate da alcune ghiandole posizionate sulla sua parte posteriore.  La sterilizzazione del furetto comprende l’inserimento di un microchip sottocutaneo che rilascia un determinato ormone volto a risolvere il problema dell’odore e di una sua eventuale riproduzione.

Le caratteristiche fisiche

L’aspetto fisico di un furetto è molto particolare, oltre ad essere anche molto simpatico. Esso è infatti di dimensioni ridotte e presenta un mantello ricco di pelo e sottopelo: il primo è più lungo e di colore più scuro, al contrario del sottopelo che invece è molto sottile e  con sfumature più chiare. Le zampe invece sono molto corte e presentano 5 dita l’una: gli permettono di compiere agili movimenti. Dal suo muso spunta un naso di forma tondeggiante, che può essere di colore rosa o nero, mentre la sua dentizione, che comprende ben 34 elementi, è molto affilata visto che è volta ad una alimentazione basata prevalentemente su un consumo di carne.

Furetto domestico: il suo carattere

Il carattere di un furetto è molto vivace e giocoso: per questo si adatta molto bene a tenere compagnia ai bambini. C’è da dire però che questo animale richiede una sorveglianza nel caso venga lasciato da solo con i propri pargoletti in quanto potrebbe morderli: almeno per i primi tempi, fino a quando ci sarà un po’ di confidenza reciproca. Il furetto inoltre adora giocare con palline e oggetti simili, e si lascia facilmente educare sia per quanto riguarda il luogo dove effettuare i propri bisogni, sia per le passeggiate a guinzaglio.

No Comments Yet

Comments are closed

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×