Guinzaglio per cani, fedele alleato per cane e padrone

Guinzaglio per cani, fedele alleato per cane e padrone

Guinzaglio per cani, fedele alleato per cane e padrone

Il guinzaglio e il collare sono alcuni degli strumenti più importanti per la gestione e la cura del cane. Nella maggior parte dei luoghi pubblici, è obbligatorio per legge tenere l’animale al guinzaglio per cani.

Al giorno d’oggi esistono in commercio moltissimi tipi di guinzagli, adatti ad ogni cane e ad ogni situazione, in moltissimi materiali: in corda, in nylon, in cuoio, con catena, di differenti misure: corto, lungo, estensibile, talmente tanti modelli e stili che risulta abbastanza complicato, soprattutto per i più inesperti, orientarsi nel modo corretto all’acquisto.

Come si fa a scegliere il guinzaglio giusto per il vostro cane? E come si può usare al meglio per ottenere il controllo sulla passeggiata?

I differenti tipi di guinzagli

Ne esistono moltissimi in commercio ma generalmente possiamo dividerli in tre categorie, in base alle caratteristiche di lunghezza:

  • Guinzagli avvolgibili o estensibili
  • Guinzagli allungabili
  • Guinzagli a misura fissa

La prima cosa da considerare per fare la scelta migliore, sono la taglia e l’età del vostro amico a quattro zampe. Per cani piccoli o per i cuccioli possiamo tranquillamente usare guinzagli morbidi e leggeri, anche quelli avvolgibili che permettono al cagnolino un più ampio raggio d’azioni in ambienti che lo consentono, come ad esempio al parco. Mentre per cani adulti di taglia media o grande sarà più opportuno usare quelli più resistenti a catena o in cuoio, a misura fissa o allungabile, che consentono al padrone una presa più sicura e una gestione dell’animale in tutta sicurezza anche in caso di situazioni pericolose, come l’incontro durante la passeggiata di quel cane che tanto sta antipatico a Fido.

Quelli allungabili sono dotati di moschettoni e anelli in metallo che consentono la regolazione in base alle esigenze del momento. Mentre quelli estensibili hanno un meccanismo a molla che permette il ritorno in posizione del filo di nylon in base al movimento del cane, allungandosi quando si allontana e ritraendosi quando si riavvicina al padrone.

La lunghezza ideale è un'altra questione molto importante, l’ideale sarebbe avere almeno un paio di guinzagli di differenti lunghezze, in modo da poter lasciare più margine di movimento al cane, in situazioni che lo consentono. In linea generale, come abbiamo accennato, per i cani di piccola taglia possono essere adeguati guinzagli estensibili che spesso consentono al peloso di allontanarsi dal padrone per esplorare l’intorno anche fino a 5 m, vi ricordiamo però che per legge la lunghezza massima consentita nei luoghi pubblici è di 1,5 m. Questi guinzagli hanno il vantaggio di essere piccoli, pratici e leggeri, ma ovviamente non molto resistenti e quindi inadatti a cani di grossa stazza.

Addestramento del cane al guinzaglio

Se volete evitare problemi con un cane adulto, la cosa più saggia è insegnare al vostro cucciolo il giusto comportamento durante le uscite con il guinzaglio.

Un buon metodo si rivela ancora quello del rinforzo positivo: Fido non tira! Io lo premio con un bocconcino e tante coccole; In questo modo l’esperienza sarà piacevole sia per il cane che per padrone, e il vostro cucciolo imparerà a vedere il guinzaglio come qualcosa di positivo e divertente, non come uno strumento costrittivo.

Camminate con passo normale e tranquillo e verificate che il cane stia al vostro fianco senza tirarvi, ci vorrà un po’ di pazienza e sicuramente del tempo, ma se imparerà il giusto comportamento sarà molto più facile per tutti, per il resto della vostra vita insieme.

Verificate spesso che il guinzaglio per cani sia in buone condizioni, se dovesse presentare lacerazioni o piccole rotture, provvedete immediatamente alla sostituzione, potrebbe rompersi improvvisamente è causare danni a voi, al vostro cane e alle altre persone, un rischio che è meglio non correre.

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×