Viaggio in treno con il cane: alcuni consigli utili

Viaggio in treno con il cane: alcuni consigli utili

Viaggio in treno con il cane: alcuni consigli utili

Se decidiamo di fare un viaggio in treno con il cane è bene informarsi e seguire alcuni consigli utili su come ci si debba comportare. Moltissime sono le compagnie ferroviarie che ammettono animali domestici a bordo, ma per non sbagliare è consigliabile contattare la compagnia ed informarsi sulle singole normative che la regolarizzano.

Infatti, non vi sono leggi generiche per quanto riguarda il trasporto a bordo dei treni di cani e gatti, ma ogni compagnia ferroviaria ha le proprie regole a riguardo.

Quasi tutte, però, seguono la stessa linea generale:

  • Per viaggiare in treno l’animale deve essere munito di documenti in regola: libretto sanitario e certificato di iscrizione all’anagrafe canina, per quanto riguarda i viaggi all’interno del territorio italiano. Per quanto riguarda i viaggi all’estero, l’animale deve, inoltre, possedere il passaporto europeo, il microchip ed il vaccino antirabbico, recentemente eseguito presso una clinica veterinaria.
  • I cani di piccola taglia (fino ai 10 chilogrammi di peso), viaggiano nell’apposito trasportino, conforme alle normative. Il trasportino deve essere spazioso quel tanto da permettere all’animale di rigirarsi, sdraiarsi ed alzarsi sulle quattro zampe.
  • I cani che viaggiano insieme al padrone nel trasportino, solitamente, non pagano alcun supplemento, mentre per quelli di taglie medio grande (oltre i 10 chili) è previsto l’acquisto di un biglietto apposito.
  • Nei casi in cui è ammesso che il cane viaggi senza trasportino, questo deve essere tenuto al guinzaglio e munito di museruola.
  • I cani non sono ammessi nel vagone ristorante.
  • I cani guida per non vedenti possono, ovviamente, viaggiare senza alcuna limitazione.

Viaggio in treno con il cane in Italia

Entrambe le maggiori compagnie ferroviarie italiane, Trenitalia ed Italo, accettano cani, gatti ed animali di compagnia a bordo dei propri vagoni. Entrambe seguono normative simili.

Trenitalia prevede che i trasportini ammessi non devono superare le dimensioni di 70x30x50, ed è ammesso un solo contenitore per passeggero.

I treni della compagnia sui quali sono ammessi i cani sono:

  • In prima e seconda classe sui treni Espressi, IC e ICN;
  • Per quanto riguarda le frecce, in prima e seconda classe e nei livelli di servizio della Business e Stadard, ad esclusione dell’Executive, Premium, l’Area del Silenzio ed i salottini.
  • Sui treni regionali, escludendo l’orario di punta, che va dalle 7 alle 9 di mattina dei giorni lavorativi.
  • Acquistando il compartimento per intero, in tutte le cabine letto, cuccette o Excelsior.

Per quanto riguarda Italo, i trasportini ammessi sono simili a quelli ammessi da Trenitalia. Italo si è inoltre adoperato fornendo ai cani viaggiatori uno speciale kit, con tappetino igienizzante, dove far stare, senza rischi e problemi, il proprio cane di media e grande taglia.

Per viaggiare in treno con il cane è necessario informarsi bene sui siti delle varie compagnie. Tuttavia restare in contatto con chi ha già avuto questo genere di esperienza, è senza dubbio più facile. Non hai la minima idea sul come fare? E’ molto più semplice si quanto tu non possa pensare; accedi al Social Network Dogalize, e potrai restare in contatto con tantissimi amanti degli animali come te!

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×