Vitiligine nei gatti: i sintomi della malattia genetica

Vitiligine nei gatti: i sintomi della malattia genetica

La vitiligine nei gatti: i sintomi della malattia genetica

La vitiligine nei gatti è una malattia genetica caratterizzata da amelanosis melanocytopenic ben circoscritta che si trasmette come carattere autosomico dominante a penetranza incompleta nell’uomo e come carattere autosomico recessivo nel gatto.

E’ una malattia poligenica in cui differenti mutazioni colpiscono simultaneamente geni diversi, con conseguente morte dei melanociti o aumentato rischio di morte dei melanociti. Nei gatti, per il Siamese c’è una particolare predisposizione per questa malattia.

La vitiligine nei gatti, i segni clinici

I segni clinici di questa patologia si caratterizzano per il progressivo sviluppo di più o meno simmetriche, macule acromiche sulle giunzioni muco cutanee del viso. Questo depigmentazione, che è non infiammatoria, a volte coinvolge i briganti, artigli e cappotto (leucotrichia). Si sviluppa lentamente e imprevedibilmente. La diagnosi differenziale dovrebbe includere altre cause. La prognosi è riservata, data la progressione cronica della vitiligine. Nessun trattamento specifico è raccomandato o ha avuto successo.

La vitiligine: cos’è e come avviene nei gatti?

La malattia esiste ed è pericolosa. La maggior parte delle persone non avevano familiarità con il termine vitiligine fino a che il cantante pop Michael Jackson ha annunciato che l’aveva. Alcuni scettici sostenevano Jackson ha fatto lo sbiancamento sulla pelle perché voleva diventare “bianco“. Il dubbio probabilmente è incentrato sul fatto che la pelle di Jackson sembrava diventare più bianca in modo uniforme, piuttosto che a chiazze irregolari, che è una condizione tipica della patologia. Tuttavia, l’autopsia di Jackson ha confermato che lui ha avuto la vitiligine, una malattia della pelle autoimmune in cui il sistema immunitario del corpo attacca la melanina nella pelle e crea perdita di pigmento a chiazze. La malattia è relativamente rara negli esseri umani, affligge solo l’1-2% della popolazione mondiale. La condizione è ancora più raro negli animali, ma ci sono stati casi di vitiligine nei gatti, cani e persino cavalli.

Come combattere la malattia

I veterinari dicono che la vitiligine nei gatti è una condizione non di pericolo di vita e non causa problemi di salute. A parte la perdita di pigmentazione che può creare un cappotto in cerca unico, gli animali domestici affetti da questa patologia possono vivere una vita lunga e sana.

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×