La storia di Pooh, il gatto con le zampe bioniche

La storia di Pooh, il gatto con le zampe bioniche

La storia di Pooh, il gatto con le zampe bioniche

Dalla Bulgaria arriva la storia di Pooh, il gatto con le zampe bioniche che è tornato a camminare e a giocare. Il felino protagonista della vicenza è un gatto randagio che è arrivato in una clinica veterinaria della capitale bulgara grazie all’aiuto di una donna, che ha trovato l’animale in strada e l’ha soccorso.

Pooh è arrivato alla clinica in pessime condizioni. La signora che lo ha portato in salvo lo aveva trovato in strada ferito, forse dopo essere stato investito da un’auto o da un treno.

Il gatto con le zampe bioniche torna a camminare

Nessuno sa cosa sia successo al felino Pooh, ma grazie all’intervento del chirurgo Vladislav Zlatinov, il micio è tornato a camminare e a giocare, con l’ausilio di due protesi in titanio. Senza questo intervento, il gatto non ce l’avrebbe fatta a sopravvivere e il chirurgo afferma che il micio ha superato benissimo l’operazione e che si sta riprendendo in modo sorprendente.

Le protesi bioniche hanno salvato la vita di Pooh

Grazie alle protesi bioniche, il gatto sta tornando alla sua normale vita, prima che l’ignoto incidente lo ferisse, privandolo delle sue zampette posteriori. Dopo l’operazione, il felino ci ha messo circa sei settimane prima di abituarsi alla presenza delle protesi, un corpo nuovo ed estraneo. Il chirurgo assicura che l’intervento è riuscito al meglio e che Pooh potrà tornare a muoversi, a correre e a fare anche dei piccoli salti.

Il felino si trova ora nel centro di adozioni “Let’s Adopt – Bulgaria” ed è in cerca di una casa. Il chirurgo Zlatinov ha affermato che l’intervento è stato un gran successo e che la storia di Pooh offre speranza anche ad altri animali in difficoltà del centro, che hanno avuto esperienze e situazioni simili.

Richiedi informazioni
Assicurazione
Invio
×