Lipoma nel cane, le cause, i rimedi e la diagnosi

Lipoma nel cane, le cause, i rimedi e la diagnosi

Lipoma nel cane, cause e rimedi

Il lipoma nel cane è un tumore benigno che si manifesta nel tessuto adiposo ed è anche uno dei più frequenti che affliggono l’animale. Le cellule adipose mature si localizzano sotto pelle e hanno l’aspetto di punti morbidi e ben definiti. I lipomi possono manifestarsi in varie forme e dimensioni e possono localizzarsi ovunque, ma in genere si presentano nel sottoventre o sulle superfici del torace e dell’addome. Possono manifestarsi in qualsiasi razza ma di solito si verifica nei cani più anziani, soprattutto nelle femmine. Tra i lipomi si distinguono lipomi infiltranti, che si sviluppano in tessuti più profondi e tra gli strati muscolari, dalla crescita più lenta rispetto a quella dei lipomi comuni ma che può provocare dolore.

Lipoma nel cane: perché si manifesta, sintomi e diagnosi

Anche se il lipoma nel cane è un tumore molto frequente, non si conoscono ancora le cause che lo provocano. Si ipotizza che vi sia una predisposizione ereditaria nello sviluppare questi tipi di tumori benigni. I sintomi del lipoma nel cane si manifestano con un nodulo morbido nel tessuto sottocutaneo, mobile e che non provoca dolore. In genere questi noduli compaiono sull’addome, nel petto e sugli arti del cane e non si fondono con i tessuti vicini ma rimangono nel tessuto sano.

Poiché il lipoma può manifestarsi in dimensioni anche molto grandi, talvolta potrebbe impedire al cane di muoversi. Se si tratta di lipoma infiltrante non può essere spostato e talvolta può verificarsi anche su tutto il corpo del cane, maggiormente nella coscia e sulle spalle.

Per diagnosticare un lipoma il veterinario dovrà visitare il cane e determinare se si tratta di lipoma classico o infiltrante. Un esame che potrebbe fare il veterinario è quello di aspirare con una siringa del liquido dal lipoma per analizzarlo in laboratorio oppure di prelevare un campione di cellule da analizzare poi sul vetrino. In alternativa, è possibile effettuare una biopsia per confermare la diagnosi di lipoma.

Lipoma nel cane: cure e rimedi

In genere il lipoma nel cane è assolutamente innocuo e nel caso si tratti di piccole formazioni basta effettuare un controllo di routine dal veterinario per accertare che tutto sia a posto e che le dimensioni del lipoma non aumentino. Nel caso invece il lipoma nel cane sia molto evidente è possibile effettuare un intervento chirurgico: se si tratta di tessuto adiposo maligno (liposarcoma), dovrà essere rimosso dal veterinario e potrebbe essere necessario eseguire qualche ciclo di radioterapia o chemioterapia.

I punti di sutura vengono rimossi in circa 7 o 10 giorni, ma bisogna fare attenzione che il cane non vada a leccare i punti o peggio ancora a morderli. Una di queste due cose può provocare gravi infezioni. Di solito la prognosi di un lipoma nel cane è buona, soprattutto se si tratta di un lipoma piccolo e ben delimitato che non ha bisogno di trattamenti. In questi casi anche dopo l’intervento chirurgico la prognosi è buona. Se invece la rimozione riguarda un lipoma infiltrante la prognosi è un po’ meno buona, poiché potrebbero risultare danneggiati i muscoli e gli adiacenti tessuti connettivi.

Se si tratta invece di un tumore maligno, il liposarcoma, vi sono prospettive di guarigione del cane molto basse e la prognosi fatta dal veterinario sarà influenzata dalla dimensione e dalla posizione del tumore. In caso siano presenti anche metastasi, le previsioni non sono affatto rosee e l’animale potrebbe non sopravvivere. L’intervento e la rimozione del tessuto vanno ugualmente eseguiti, nella speranza di aumentare le aspettative di vita del cane. Il cane va comunque tenuto sotto controllo per verificare se vi sono ulteriori crescite che si possono sviluppare con il tempo.