Pitbull cane cucciolo: stile di vita e come educarlo

Pitbull cane cucciolo: stile di vita e come educarlo

Pitbull cane cucciolo

Mascella ben pronunciata, occhi piccoli e infossati ma anche molto vivaci, naso con le narici molto larghe e un torace massiccio. Le caratteristiche del pitbull sono chiare, anche quando si tratta di un cane piccolo, perché da cucciolo come da adulto, il suo aspetto fiero (da non confondere con minaccioso) è ben chiaro a tutti.

Si tratta di un animale molto più agile di quello che la sua mole notevole farebbe immaginare e, nonostante le apparenze e gli stereotipi, è un cane che in realtà è molto affettuoso ed ottimo compagno di giochi anche per i bambini.

Il nome Pitbull indica, in modo generico sia, il Pitbull Terrier americano sia lo Staffordshire Terrier Americano; entrambi hanno un aspetto tarchiato e forte, ed un’intelligenza notevole.

Stile di vita pitbull cane cucciolo

A differenza di quanto si possa pensare, il Pitbull non è necessariamente una razza che ha bisogno di tanto spazio, anzi, si adatta piuttosto bene anche alla vita in appartamento. Ma più di altri cani ha assolutamente bisogno di uscire, socializzare, correre, giocare e fare tanto moto. Ha necessità di sfogare la sua irrefrenabile energia e di non annoiarsi mai.

I cuccioli di Pitbull sono dei gran giocherelloni, un po’ testardi. Comprate loro vari giochini da mordere e con i quali divertirsi anche dentro casa, eviterete la noia e i disastri che potrebbe combinare se pensasse di non avere di meglio da fare.

Come educare il pitbull cane cucciolo

Come abbiamo ripetuto più volte, non esistono cattivi cani, ma al massimo cattivi padroni, o nella maggioranza dei casi, padroni impreparati.

Con la giusta educazione, un misto di disciplina e attenzione, si può addestrare un pitbull fin da cucciolo ed essere sicuro di avere un animale adatto a tutta la famiglia, bambini compresi, un compagno di vita fedele e dolce.

In realtà la cosa più importante è fare in modo che imparino sin da subito a socializzare con gli altri animali; se già in casa avete altri cani o gatti, ottimo! Crescere in mezzo ad altri membri pelosi della famiglia sarà un modo meraviglioso di far socializzare il cucciolo.

Ricordate che questa razza ha bisogno di fare molto moto, quindi già con il pitbull cane cucciolo dovrete avere a disposizione molto tempo per farli sfogare, giocare e portarli a spasso. La mancanza di esercizio può portarli ad annoiarsi, e un pitbull annoiato può diventare distruttivo e in alcuni casi aggressivo.

I primi quattro mesi di vita del pitbull sono fondamentali per abituarlo a socializzare sia con altri cani che con gli animali in genere, e anche con le persone. Invitate gente a casa, fategli conoscere più persone possibile, imparerà a non essere diffidente. Va abituato fin da quando è cucciolo a fare esperienze diverse, come quelle di viaggiare in macchina, salire e scendere le scale, correre negli spazi verdi insieme ad altri cani, stare in mezzo alla folla. Un modo per imparare la socializzazione è anche quello del bagnetto, da fare quando i pitbull è cucciolo almeno una volta al mese.

Infine, è fondamentale fargli capire chiaramente e da subito quali sono le regole. Questo non vuol dire essere aggressivi, anzi, significa usare con lui un tono fermo e deciso e abituare anche gli altri componenti della famiglia a farlo in modo coerente. Le regole impartite devono essere le stesse da tutte le persone che girano quotidianamente intorno al cane; in questo modo sin da cucciolo non sarà disorientato e avrà ben chiaro il giusto comportamento da tenere.

Un altro consiglio che vi diamo è quello di utilizzare il guinzaglio già a partire dall’ottava o nona settimana di vita del cane, tenendolo sempre al fianco oppure dietro, insegnandoli a non precedervi mai tirando. Non è semplicissimo, ma prima inizierete e meglio sarà, ed inoltre, confidate nel vostro cucciolo di Pitbull, perché è sicuramente molto intelligente.

In un certo senso vanno educati proprio come i bambini di due tre anni, con No fermi e decisi e tanto amore.