Alimentazione casalinga per il gatto sterilizzato

Alimentazione casalinga per il gatto sterilizzato

Alimentazione casalinga per il gatto sterilizzato

La sterilizzazione nel gatto comporta alcune conseguenze nella vita e nelle abitudini dell’animale che deve seguire un determinato regime alimentare per non dare luogo ad eventuali patologie. Vediamo come deve essere strutturata l’ alimentazione casalinga per il gatto sterilizzato.

Alimentazione adeguata e bilanciata

La sterilizzazione del gatto è un intervento ormai divenuto di routine, che si esegue sia per evitare che l’animale dia troppo disturbo e soffra durante il periodo del calore, sia per evitare l’aumento del fenomeno del randagismo. In pratica, è una buona precauzione che evita tanti rischi, sia all’animale sia al padrone che lo tiene in casa. Grazie all’intervento di sterilizzazione si riduce in maniera drastica la tendenza dell’animale ad allontanarsi di casa con conseguente riduzione anche di tutti i pericoli che il vagabondaggio può comportare, come ad esempio incidenti stradali o aggressioni da parte di altri animali.

Come già detto, in seguito all’intervento, il gatto subisce una serie di conseguenze nel suo organismo dovute principalmente al rallentamento del metabolismo, che porta inevitabilmente l’animale ad ingrassare. La mancanza del testosterone, un ormone che stimola zuccheri e grassi ad entrare nelle cellule che utilizzano i nutrienti per produrre energia sotto forma di calore, porta il gatto ad ingrassare. Inoltre, la mancata di stimolo comporta apatia nell’animale che non è più invogliato alla ricerca e quindi si muove di meno. La dieta da somministrare deve essere quindi con meno grassi e più fibre, in modo da aiutare l’animale a migliorare il metabolismo.

Ai cibi secchi è necessario alternare un’ alimentazione casalinga per il gatto sterilizzato, da preparare con molta attenzione per la riduzione dei grassi, mentre è invece necessario mantenere il giusto apporto di proteine animali contenute nella carne e vegetali, contenute nei cereali. Il gatto è un carnivoro obbligato e la carenza di proteine derivanti dalla carne e dal pesce non comporterebbe un dimagrimento, ma piuttosto una carenza nutritiva che lo renderebbe debole. La mancanza di proteine animali e vegetali potrebbe infatti causare una perdita di tono dei muscoli, provocando anche un’ulteriore diminuzione del metabolismo. L’ alimentazione casalinga per il gatto sterilizzato deve essere dunque ben bilanciata e corretta per fornire tutto ciò che serve all’animale per mantenersi in salute.

Alimentazione casalinga: importante la fibra negli alimenti

Occhio dunque ai grassi nella preparazione dell’ alimentazione casalinga per il gatto sterilizzato: il cibo da somministrare deve essere maggiormente ricco di fibre vegetali, indispensabili per accelerare il metabolismo rallentato dell’animale in conseguenza dell’intervento. La fibra, infatti, diluisce l’apporto calorico dell’alimento e riduce l’assorbimento dei grassi a livello intestinale. Inoltre, la fibra agisce con un effetto saziante e il micio sentirà lo stomaco pieno con una minore quantità di prodotto.

L’alimentazione casalinga per il gatto sterilizzato deve essere ricca di sodio per stimolare le vie urinarie vista la vita sedentaria che conduce l’animale dopo l’intervento. La concentrazione di urina potrebbe portare infezione e quindi occorre somministrare alimenti specifici che aumentano il sodio, in modo da provocare una maggiore sensazione di sete del gatto. Una sostanza naturale particolarmente indicata per proteggere il micio dai problemi alle vie urinarie è il mirtillo rosso, che impedisce la colonizzazione dei batteri presenti nelle urine. In questo modo al gatto viene assicurato il benessere delle vie urinarie e un corretto contenuto di sali minerali comporterà anche una diminuzione dell’odore delle feci e dell’urina. Se all’alimentazione abbinate anche una moderata attività fisica, magari portando il gatto a passeggio per qualche ora al giorno, o magari facendolo giocare tenendolo in allenamento il rischio di mettere peso si ridurrà notevolmente e di conseguenza anche il rischio di contrarre eventuali patologie che possono nuocere alla sua salute sarà scongiurato.