Alimentazione del gatto domestico, ecco come deve essere

Alimentazione del gatto domestico, ecco come deve essere

Alimentazione del gatto domestico

L’ alimentazione del gatto domestico deve essere corretta per garantire i nutrienti necessari all’animale e farlo crescere bene. La priorità assoluta di una corretta alimentazione è però quella di rispettare le sue esigenze nutrizionali tenendo conto anche dell’età e della fase della vita. La razione alimentare deve essere quindi composta da elementi di base (proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali) che si trovano in proporzione diversa nei vari alimenti come carni, cereali, pesce, verdure, frutta. Poiché l’organismo del gatto ha delle necessità nutrizionali molto diverse rispetto al corpo umano, la sua dieta deve quindi essere specifica. Molto spesso, infatti, somministriamo in eccesso carboidrati e grassi e non forniamo l’acqua necessaria di cui invece ha bisogno l’animale. Ecco alcuni consigli per una corretta alimentazione del gatto domestico.

Alimentazione del gatto domestico: proteine animali in maggioranza

Una corretta alimentazione del gatto domestico deve comprendere cibi di qualsiasi specie animale, ma sempre ben cotti per evitare rischi igienici. Deve anche includere, naturalmente in quantità inferiore rispetto alla carne, pasta o riso ben cotti, pane o grissini insaporiti con del brodo di carne o di dado, pesce, tonno in scatola al naturale, uova. Particolarmente graditi dal gatto sono anche i formaggi freschi e il latte, quest’ultimo se tollerato, da somministrare in ogni caso in piccole quantità. Ottime anche le verdure e quindi anche carote, zucchine, fagiolini, ma in quantità minime, mentre per il condimento va bene l’olio o lo strutto, anche questi da somministrare in dosi ridotte.

Le proteine della carne devono però essere in percentuale preponderante nell’alimentazione del gatto domestico e anche la quantità di acqua contenuta nella razione è molto importante poiché, come è noto, il gatto non ama molto bere e ha un’elevata capacità a concentrare le urine. La disidratazione può danneggiare gli organi del tratto urinario che funzionano correttamente solo quando vi è un’ottima idratazione. Questa particolare condizione potrebbe causare nel gatto calcolosi renale, cistite, blocchi del tratto urinario.

Alimentazione del gatto domestico: bilanciata ed equilibrata

Per essere sicuri che l’alimentazione del gatto domestico sia corretta, è opportuno aggiungere, nel caso si decide di somministrare all’animale cibo casalingo, specifici integratori di aminoacidi essenziali, vitamine e sali minerali. Si tratta di una precauzione per sopperire ad eventuali carenze causate da una dieta sbilanciata, che aiuta a reintegrare i vari elementi.

Se non si è in grado di preparare un’alimentazione casalinga in commercio si trovano ottimi alimenti preconfezionati di tipo secco o umido studiati apposta per fornire un’alimentazione completa e ben bilanciata, adeguata ai vari periodi della vita dell’animale. Questi cibi contengono tutti i nutrienti indispensabili per soddisfare il fabbisogno nutrizionale del gatto, senza rischiare di fare errori come può ad esempio accadere con la cucina casalinga. I pasti devono essere sempre completi e bilanciati e devono contenere più di un ingrediente fondamentale. In commercio si trovano anche alimenti di tipo light specifici per il gatto sterilizzato o che ha magari bisogno di dimagrire: si tratta di alimenti ipocalorici per il controllo del peso, ricchi di fibra e poveri di grassi, per favorire il dimagramento, facilmente digeribili e poveri di amido e alimenti che diminuiscono la formazione di accumuli di pelo nello stomaco, favorendone l’espulsione attraverso il tratto gastrointestinale.

Le migliori aziende propongono anche numerose formule innovative di cibo in grado di offrire un supporto nutrizionale per curare un particolare stato patologico o per il trattamento delle allergie e intolleranze alimentari. Per aver un consiglio e per stabilire con precisione una corretta alimentazione del gatto domestico è comunque sempre opportuno rivolgersi ad un veterinario di fiducia evitando il fai da te per non causare problemi all’animale.