Malattie del cane Husky: quali sono e come prevenirle

Malattie del cane Husky: quali sono e come prevenirle

Malattie del cane Husky

Il Siberian Husky è un animale sveglio e socievole, gentile e dolce, quasi completamente privo di diffidenza verso gli estranei e aggressività verso gli altri cani, intelligente, docile e devoto al suo padrone. Da un punto di vista fisico il Siberian Husky possiede un’ossatura moderatamente sviluppata, proporzioni armoniose, orecchie di grandezza media e forma triangolare, pelo molto folto ma non eccessivamente lungo, corpo diritto e solido, e colori vari dal nero al bianco puro. Ma quello che più caratterizza questa razza sono gli occhi: a forma di mandorla e disposti leggermente obliqui, con toni marroni o blu (possibili anche casi di eterocromia, cioè quando un soggetto presenta occhi di colori diversi). E’ un cane che potremmo definire dalla salute di ferro, molto resistente, ma purtroppo anche questa razza può incorrere in patologie genetiche e non. Scopriamo quali sono le principali malattie del cane Husky.

Le principali malattie del cane Husky

Come abbiamo accennato il Siberian Husky è un cane molto robusto di costituzione, particolarmente forte e resistente alle malattie, capace di vivere fino a 12-15 anni, ma nonostante questo è soggetto ad alcune malattie dei cani che lo colpiscono con una buona incidenza, principalmente affezioni agli occhi e problemi articolari.

Problemi agli occhi

Tra i più comuni problemi agli occhi che colpiscono il Siberian Husky, abbiamo la cataratta, che consiste in un’opacizzazione del cristallino che però raramente si traduce in cecità (anche se non è da escludere). Le cause sarebbero da imputare ad un gene recessivo e, sebbene sia possibile già avvedersene intorno ai due anni di età, non esiste ancora un test che consenta di individuare i portatori di suddetto gene. Le terapie farmacologiche non sono risolutive e l’unica cura efficace è l’intervento chirurgico.

Altra patologia sempre a carico degli occhi, è la distrofia corneale, un’opacità della cornea, di natura non infiammatoria, che può presentarsi in varie forme più o meno gravi, non provoca cecità completa ma nei casi peggiori può portare a grosse difficoltà visive. Purtroppo non esistono ancora terapie e si manifesta con un alone bianco marrone.

E’ stata riscontrata una predisposizione di questa razza anche al Glaucoma di tipo ereditario, ossia un aumento della pressione intraoculare che può portare alla perdita delle funzioni visive. Le terapie sono volte al contenimento del problema ma sfortunatamente, nel lungo periodo, si rivelano inefficaci e la patologia è destinata a peggiorare.

Altra malattia del cane, più grave delle precedenti, che colpisce gli occhi del Siberian Husky è l’atrofia progressiva della retina, pure questa è di origine genetica, ma a differenza delle altre può provocare cecità già a partire dai 5 mesi: si tratta di una patologia canina che colpisce soprattutto i soggetti di sesso maschile.

Patologie articolari

Il 2% della razza è invece colpito dalla displasia dell’anca (pure in questo caso si tratta di una malattia genetica): si tratta di una malformazione dell’articolazione, caratterizzata da una cattiva coordinazione e sintonia fisica tra la testa del femore e l’acetabolo, che determina un’usura della cartilagine articolare, e il sopraggiungere di un’artrosi cronica progressiva, che può risultare molto dolorosa e spesso condizionare il movimento del cane. Sono stati riconosciuti anche dei fattori esterni che concorrono al peggioramento della patologia: errata alimentazione, eccessivo esercizio fisico ed eventuali traumi.

Anche la displasia del gomito è una malattia che può colpire il Siberian Husky, le cause sono le stesse che si verificano in caso di displasia dell’anca, quindi sia genetiche che ambientali.

La terapia è diversa in base alla gravità del problema, si può optare in caso di disturbo da lieve a moderato per una terapia conservativa, con esercizio fisico specifico e dieta controllata, o nei casi più gravi intervenire chirurgicamente.

Per qualsiasi dubbio, contatta i Veterinari di Dogalize! Sono a tua disposizione via chat per rispondere alle tue domande o per un consulto.
Per avere tutte le informazioni sulla salute del tuo cane, scarica l’ebook gratuito di Dogalize I consigli dei Veterinari