E’ reato andare dal vicino con un bastone perchè il cane abbaia

E' reato andare dal vicino con un bastone perchè il cane abbaia

E’ reato andare dal vicino con un bastone perchè il cane abbaia

La Cassazione, con la sentenza n. 155590/2017 pubblicata lo scorso 29 marzo, ha stabilito che andare dal vicino con un bastone in mano perché il cane abbaia è reato. Con questa sentenza è stato integrato il reato di minaccia, che viene ritenuto tale anche se il bastone non viene agitato o brandito.

Andare dal vicino con un bastone è reato di minaccia

Presentarsi dal vicino di casa con un bastone è quindi reato di minaccia. Lo ha stabilito la Cassazione, respingendo il ricorso di un uomo che è stato ritenuto responsabile di continui reati di minaccia e ingiuria a danno dei suoi vicini di casa e che è stato condannato a una pena di 300 euro di multa e al risarcimento del danno.

La vicenda

La vicenza va ad inserirsi nel tema dei cattivi rapporti con il vicinato. In questo caso, la situazione era tesa a causa del fatto che i vicini dell’imputato hanno entrambi un cane che abbaiando disturbavano la quiete dell’uomo. Un giorno, in un momento di ira, l’uomo si era diretto presso l’abitazione di uno dei vicini, impugnando un bastone con fare intimidatorio, per cui si è beccato la condanna per reato di minaccia.

La sentenza e il reato di minaccia

La difesa ha cercato di far passare il suo comportamento come mere frasi ingiuriose, ma a nulla sono valsi i tentativi. La Cassazione ha ritenuto che andare dal vicino con un bastone in mano è un atto intimidatorio. La sentenza ha evidenziato che “l’impugnare un bastone verso qualcuno (così come minacciare di rovinare una festa) abbia portata intimidatoria, al di là del fatto che lo si brandisca o lo si agiti, implicando comunque la prospettazione di un male all’integrità fisica delle pp.oo.” L’uomo si è salvato grazie alla prescrizione e la sentenza è stata annullata senza rinvio.