L’ultima carezza: la recensione del libro di Catherine Guillebaud

L’ultima carezza: la recensione del libro di Catherine Guillebaud

L’ultima carezza: la recensione

L’ultima carezza è il toccante e commovente nuovo romanzo della scrittrice francese Catherine Guillebaud. Un libro in grado di toccare le corde dell’anima e di scuotere la coscienza. Noi abbiamo letto per voi L’ultima carezza e, quella che segue, è la nostra recensione.

Scopri di più

L’ultima carezza: la recensione del libro di Catherine Guillebaud

“Presto verrà la fine. Lo so, me lo sento. E’ una strana sensazione percepire all’improvviso, come segretamente previsto, che il tempo ha fatto il suo corso. Da alcuni mesi, ormai, il dolore mi attanaglia. Tutto è diventato difficile”

Sono queste le parole con cui inizia il libro L’ultima carezza. Parole molto commoventi pronunciare dal narratore, Mastic des Feux mignons, un setter inglese maschio, nato il 17 aprile 1994. Ribattezzato dalla sua padrona con il nome di Joyce, questo cane – che parla ovviamente in inglese – racconta la sua vita, ormai giunta al termine.

Joyce è un cane che vive, in completa armonia, con Opium, un vecchio gatto con il quale stranamente va molto d’accordo. Joyce e Opium ne hanno viste davvero tante durante il corso della loro vita. Un’amicizia molto forte, quella tra cane e gatto, che viene molto bene raccontata da Joyce nelle pagine del libro L’ultima carezza: “In due si è più forti, e niente più ci impedisce di riconoscere nell’altro il risvolto della nostra stessa paura, trovando una rassicurazione che ci mantiene al caldo”.

Ed è proprio questo che racconta Catherine Guillebaud nel suo libro L’ultima carezza: la vita, l’amicizia e lo straordinario rapporto che lega Joyce alla sua padrona e al suo amico Opium. Ormai giunto alla fine della sua vita, il cane Joyce racconta al lettore l’immensa e straordinaria storia d’amore e di fedeltà che lo ha legato alla sua padrona per lunghi anni. Un libro che è un racconto di vita, della fantastica avventura felice e fortunata del cane Joyce che è pronto per salutare per sempre i suoi amici.

E, nelle pagine di questo libro, il cane Joyce racconta la sua casa, la natura che la circonda, anche se – a volte – la memoria lo tradisce. A Joyce non sfugge nulla della vita: i dettagli della casa che lo ha ospitato, per anni, i suoi riflessi, la luce del sole che filtra attraverso le tende, al mattino.

Perché L’ultima carezza, con struggente commozione, ci racconta proprio questo: attimi di vita, frammenti e ricordi del cane Joyce, attraverso un linguaggio semplice, chiaro e, per certi versi, lirico e poetico.

Scopri di più