Dichiarazione dei redditi 2017: spese per animali scaricabili

Dichiarazione dei redditi 2017: spese per animali scaricabili

Spese per animali scaricabili

Le spese per animali sono scaricabili nella dichiarazione dei redditi 2017. Il 19% dei costi sostenuti per le cure e il sostentamento dei pelosi di casa può essere scaricato anche nel 2017: nella dichiarazione dei redditi è infatti possibile indicare le spese destinate all’acquisto di medicinali per gatti, cani, conigli, pappagalli, criceti e altri animali da compagnia o per la pratica sportiva.

Non perderti i nostri articoli.

Dichiarazione dei redditi 2017: spese mediche scaricabili

E’ inoltre possibile inserire nella dichiarazione dei redditi 2017 anche le spese mediche generiche, quelle per le analisi in laboratorio o per gli interventi presso le cliniche. Come per i farmaci per gli esseri umani, anche per quelli destinati ai nostri amici pelosi è più necessario avere la prescrizione medica, basta che lo scontrino indichi quantità, qualità e natura dei medicinali che sono stai acquistati.

La detrazione massima che può essere ottenuta è di circa 49 euro, pari al 19% della spesa dichiarata. Ma le possibilità per chi ama gli animali non si limitano qui. Molti comuni italiani, infatti, stanno promuovendo dei bonus per i costi legati agli amici con la coda, che sono sempre più considerati membri del nucleo familiare. Gli enti locali destinano circa 5mila euro al progetto, che si rivolge principalmente agli anziani e ai meno abbienti.

Alcuni enti hanno anche lanciato il Bonus cane, un’ulteriore agevolazione  per combattere il randagismo e svuotare i canili. Il bonus cane è rivolto a chi adotta animali che si trovano nel canile municipale e Lecce, Avellino, Teramo, Locorotondo e Bondeno sono alcuni dei comuni che aderiscono a tale iniziativa. Chi porta con sé un animale sfortunato, ha uno sconto sulla Tares, la tassa sui rifiuti. Tale sconto varia da città a città e in alcuni casi può arrivare anche all’esenzione totale della tassa. Altre agevolazioni sono previste per chi possiede cani guida per l’assistenza di persone non vedenti o ipovedenti.

Progetto di legge: fido nello stato di famiglia

Le agevolazioni riguardanti le spese per animali vanno nella stessa direzione della proposta di legge che è stata presentata da Fare Ambiente, che prevede l’inserimento del cane di casa nello stato di famiglia. In questo modo, vi sarebbe una semplificazione della procedure di adozione e si risponderebbe alle esigenze delle famiglie, che vedono nel loro peloso un componete del nucleo familiare a tutti gli effetti.