Gatto persiano bianco, carattere e caratteristiche

Featured Video Play Icon

Gatto persiano bianco

Il gatto persiano bianco è per antonomasia quello che racchiude tutti i pregi di questa magnifica razza. Infatti, è terribilmente affascinante, ha un’ espressione aristocratica, un mantello elegantevellutato e un temperamento affabile e molto dolce. Inoltre, non ha bisogno di particolari cure e la sua presenza in casa è molto piacevole. Scopriamo insieme le origini, le caratteristiche fisiche e il carattere del gatto persiano bianco.

Non perderti i nostri articoli.

Origini e aspetto fisico

Discendente dall’ epoca vittoriana, il gatto persiano bianco attuale è il risultato dell’ incrocio tra gatti d’ Angora con una razza proveniente dall’ Iran, appunto la storica Persia. A portarlo in Europa nel XVII secolo fu lo scrittore Pietro Della Valle ma per la prima volta è comparso alle esposizioni di Londra nel 1903. Da allora è stato esportato negli Stati Uniti e la sua popolarità si è diffusa in tutto il mondo.
Ad oggi è molto apprezzato per la sua particolare bellezza e il suo temperamento mite. Questo felino presenta la testa larga e rotonda, gli occhi anch’ essi rotondi e larghi, di colore azzurro, arancio o rame, le orecchie piccole e ben fatte, distanti e con la punta arrotondata. La struttura del corpo è tozza e robusta, il mantello si presenta sericeo e folto, con un collare molto vaporoso e con il pelo di colore bianchissimo. La lunghezza del pelo e del sottopelo è solitamente compresa tra i 10 e i 15 cm, ma può raggiungere anche i 20 cm a livello della gola. La coda è corta e folta, i piedi sono larghi e rotondi, con i cuscinetti rosa, le zampe sono tozze, corte e grosse.
Il maschio è molto più grande della femmina e può arrivare a pesare circa 7 kg mentre la femmina solamente 3,5 kg. Il gatto persiano bianco che presenta gli occhi azzurri ha una predisposizione congenita alla sordità. Invece, negli esemplari a occhi impari, la sordità può interessare solo il lato dell’ occhio azzurro.

Carattere, alimentazione, cure e prezzo

Generalmente docile e affettuoso, il gatto persiano bianco è flemmatico e si muove lentamente da un angolo all’ altro della casa, senza invadere gli spazi e senza disturbare. Se non importunato, è in grado di rendersi quasi invisibile e spesso si accovaccia per fare lunghi sonnellini. Amante della compagnia, sa stare anche da solo, non è dispettoso e non danneggia nulla in casa.
La sua alimentazione deve essere varia ed equilibrata, senza pasta, pane e latte: vanno bene i cibi secchi e umidi alternati e anche il cibo preparato in casa composto da carne, pesce e verdure. Evitare tassativamente gli avanzi e i dolciumi e non rimpinzarlo troppo perché può diventare obeso e soffrire di problemi cardiaci.
Anche se non ha bisogno di particolari cure, il mantello è quello che richiede molta attenzione. Infatti, deve essere pettinato quotidianamente e tenuto ben pulito per evitare aggrovigliamenti e boli di pelo nell’ intestino. Gli occhi vanno puliti regolarmente per asciugare le lacrimazioni e ogni tanto ha bisogno di un bagnetto.
Il prezzo varia a seconda della bellezza estetica dell’ animale e non si può stabilire un prezzo standard. Ad esempio, un gatto che presenta un mantello folto e vaporoso, dal colore bianco candido e con gli occhi azzurri ha sicuramente un costo maggiore di un gatto persiano meno appariscente e bello. Se poi si sceglie il gatto persiano bianco semplicemente per tenerlo in casa e fare compagnia, non c’è alcun bisogno di comprare un gatto molto costoso come può essere quello per le esposizioni. In ogni caso, il prezzo parte dai 500 euro e può anche superare i 3000 euro per gatti con pedigree accuratamente selezionato.