Malattie genetiche del cane, quali sono e chi colpiscono

malattie genetiche del cane

Malattie genetiche del cane

Probabilmente vi sarete chiesti come mai Boxer, Cavalier KingBulldog sono così
frequentemente affetti da malattie a carico del cuore; oppure perché i disturbi alla pelle
tocchino quasi sempre a Bull Terrier, Beagle, e Golden Retriever.
La risposta è che in questi cani esiste una predisposizione genetica per tali malattie,
laddove però dire “ predisposizione per le malattie genetiche del cane ” non equivale a
dire che necessariamente quello specifico soggetto si ammalerà, ma solo che la
probabilità che ciò accada è più alta che in altri esemplari.
Infatti determinate razze sono a livello statistico più soggette ad alcune patologie
genetiche rispetto ad altre, ma come abbiamo detto è solo una questione di numeri non di
certezza assoluta.

Non perderti i nostri articoli.

Il meccanismo di “funzionamento” delle malattie genetiche del cane

Allo stesso modo non è corretto affermare che le malattie genetiche del cane sono
inevitabilmente ereditarie, dal momento che potrebbe anche accadere che genitori sani
mettano al mondo cuccioli che sviluppano la patologia. Questo è determinato dalla
circostanza che la malattia sia o meno recessiva: infatti il coinvolgimento di entrambi gli
alleli cromosomici porta alla manifestazione della patologia, che resta invece in forma
latente (si parla quindi di portatore sano) qualora nella coppia di alleli uno sia sano e l’ altro malato (il cane potrà quindi trasmettere ai cuccioli la malattia in questione, ma non se ne ammalerà durante la sua vita). Appare evidente che l’ unica arma possibile è la
prevenzione che si attua con un’ attenta selezione, impedendo non solo ai soggetti malati
di riprodursi, ma anche ai portatori sani di accoppiarsi tra loro. In tutto questo i protagonisti principali sono sicuramente gli allevatori che devono impegnarsi a selezionare gli esemplari, scartando come riproduttori i soggetti problematici.

Come diagnosticare le malattie genetiche del cane

L’ unica indagine strumentale per diagnosticare le malattie genetiche del cane è il test
del DNA, un test sicuro ed affidabile che fornisce una risposta certa e che rappresenta
anche lo strumento che dovrebbe guidare gli allevatori nella “costruzione” di una linea di
discendenza sana (purtroppo questo non sempre accade, dal momento che in certi casi
prevale l’ interesse economico piuttosto che serietà, coscienziosità e professionalità)
Radiografie dell’ anca e della colonna vertebrale, esami alla vista, etc., possono solo
conclamare i sintomi e la malattia, ma non hanno ovviamente capacità predittiva che,
come detto, resta appannaggio esclusivo del test del DNA.
Come abbiamo accennato le patologie genetiche possono colpire vari distretti corporei e
vari organi: malattie del cuore, degli occhi, articolazioni, problemi metabolici e renali.

Le malattie genetiche dell’ occhio

Da studi effettuati, tra le malattie genetiche del cane, l’ incidenza maggiore riguarda
patologie dell’ occhio, colpito nelle sue varie strutture (retina, cristallino, ecc.). Anche nel
caso delle malattie genetiche dell’ occhio esistono razze specifiche che ne soffrono più di altre, proprio perché presentano cause genetiche che differiscono in base alla specie di
appartenenza.
Ad esempio la retinopatia multifocale colpisce con incidenza maggiore American
Bulldog, Australian Sheperd, Bordeaux Mastiff, Bull Mastiff, Cane Corso, English BulldogEnglish Mastiff, Great Pyrenees e Mastiff, la cataratta giovanile ereditaria è molto presente nei soggetti di razza Australian Sheperd, Boston Terrier, French BulldogStaffordshire Bull Terrier, mentre la cecità notturna congenita è tipica di Beagle e
Briard. Se parliamo invece di PRA, ossia atrofia progressiva della retina, le razze coinvolte sono davvero moltissime e la lista estremamente lunga.

Nefropatie genetiche del cane

Tra le malattie genetiche del cane, quelle che coinvolgono i reni sono tra le più temute.
Una delle più diffuse e la Displasia renale, che colpisce maggiormente Bernese, Bichon
Frise, Boxer, Collie, English Cocker Spaniel, Golden Retriever, Gordon Setter, Shetland
Sheepdog, Shih Tzu, Soft Coated Wheaten Terrier e Tibetan Terrier, solo per elencarne
alcune.

Per avere tutte le informazioni sulla salute del tuo cane, scarica l’ebook gratuito di Dogalize I consigli dei Veterinari