Violetta africana: effetti rinvigorenti su uomo e animali

Violetta africana: effetti rinvigorenti su uomo e animali

Violetta africana

Originaria della Tanzania, la Violetta Africana è una pianta di piccole e medie dimensioni con radici corte. Si utilizzata in tempi antichi per i suoi effetti rinvigorenti che esercita non solo sull’uomo ma anche sugli animali. Ideale da tenere in casa, da coltivare sul balcone, in terrazzo o in giardino, la Violetta Africana è quindi una pianta adatta agli animali, non nociva e che apporta anzi dei benefici sulla loro forma fisica, ridonando energia e vigore. Le foglie di questa pianta sono di colore verde scuro, di forma tonda e vellutate al tatto, mentre i fiori hanno cinque petali stellati e sono presenti in diversi colori tra cui blu, rosa, bianco, viola e rosso. La specie più coltivata della Violetta Africana è la Saintpaulia jonantha, da cui sono stati ricavati molti ibridi.

Non perderti i nostri articoli.

Violetta Africana non nuoce ai nostri amici animali e regala vigore ed energia

Facile da coltivare, la Violetta Africana deve però essere posizionata in una zona molto luminosa, ma non deve essere esposta ai raggi solari. Non ama neanche le correnti d’aria e in inverno non deve essere posizionata ad una temperatura al di sotto dei 15°. Con queste poche attenzioni la fioritura della Violetta Africana sarà praticamente perenne e i nostri amici animali potranno godere della sua presenza praticamente tutto l’anno. La vivacità dei fiori colorati e la rigogliosa crescita la rendono una bellissima pianta ornamentale che attrae l’attenzione di cani e gatti che spesso vanno a mangiucchiarla, traendone i suoi benefici. La violetta africana è una valida alternativa al classico sempreverde, ma in cambio regala una decorazione all’ambiente davvero spettacolare e possiamo tenerla dove desideriamo, visto che non nuoce ai nostri amici.

Pianta decorativa per gli ambienti e benefica per gli animali

Per crescere bene, la Violetta Africana ha solo bisogno di una regolare e corretta annaffiatura: in particolare, l’acqua va messa in un sottovaso e il vaso della violetta va lasciato dentro fino a che l’acqua non è stata del tutto assorbita. Evitare i ristagni che sono dannosi per la pianta e controllare sempre che il terriccio non sia secco. Rallegrare sia gli ambienti interni che quelli esterni con la Violetta Africana è una vera gioia e anche se teniamo in casa cani e gatti possiamo stare tranquilli e metterla a vista, perché non esercita alcun effetto collaterale sulla loro salute e sul loro benessere, piuttosto li rende attivi ed energici, anche in caso di spossatezza.