L’ addio a Hunter, cane poliziotto malato di cancro

cane poliziotto malato

L’ ultimo saluto al cane poliziotto malato

Hunter, cane poliziotto malato di cancro, ha ricevuto l’ addio; i suoi compagni umani gli hanno dato un ultimo straziante saluto. Erano presenti tutti gli agenti del reparto, riuniti in onore di un fedele amico che per dieci anni aveva compiuto insieme a loro numerose missioni. E’ stata la stessa Middletown Police Department, a Middletown nel Connecticut (Stati Uniti d’ America), a diffondere le immagini di una cerimonia molto toccante e commovente a cui nessuno poteva mancare. Michael D’ Aresta, il padrone del fedele amico a quattro zampe dell’ unità cinofila K-9 (l’ unità cinofila che assiste le forze dell’ordine), è in particolar modo commosso.

Non perderti i nostri articoli.

Hunter, cane poliziotto malato di cancro

Da qualche giorno Hunter non stava bene; visitato dal veterinario, gli era stata diagnosticata una forma molto grave, dolorosa e aggressiva di cancro al fegato. Non c’ era alcuna speranza di guarigione né di sopravvivenza, e giorno dopo giorno la malattia lo avrebbe portato a sofferenze sempre più acute, motivo per il quale il veterinario aveva consigliato a Michael D’ Aresta di abbatterlo. Una scelta e una decisione quanto mai complessa e devastante per il poliziotto che infine ha stabilito di seguire il consiglio del veterinario, per non destinare il suo migliore amico a una vita, peraltro breve, di sofferenze. La riunione di tutto il reparto insieme al veterinario si è tenuta nel pomeriggio di venerdì scorso davanti alla clinica, per dare l’ ultimo addio all’ eroe Hunter, con tutto l’ onore e il rispetto che merita. Michael ha camminato a passo lento in mezzo a tutti in lacrime, tenendo tra le braccia il suo Hunter, mentre gli altri agenti, in linea ordinata, gli hanno dato il saluto militare.

“Hunter e l’ufficiale D’ Aresta sono stati parte fondamentale del nostro dipartimento negli ultimi dieci anni. Nulla sarà mai più lo stesso tra i K-9. Riposa in pace Hunter, hai fatto un buon lavoro“. Questa la frase che è stata pubblicata insieme alle foto su Facebook. In brevissimo tempo il post ha toccato tantissimi cuori in tutto il mondo, che hanno condiviso il lutto per questo fedele amico a quattro zampe, vissuto da eroe, morto da eroe con eutanasia.