Biotina, vitamina che dona benessere al tuo cane

biotina

Biotina

La biotina, una delle vitamine del gruppo B meno conosciute, è un coenzima indispensabile per svolgere al meglio una serie di funzioni corporee ed è anche utile per alleviare alcuni disturbi negli animali, in particolare affetti da allergie. Utilissima nel metabolismo dei carboidrati, delle proteine e dei grassi, è attiva in tutte le parti del corpo ed è necessaria per una buona conservazione dei capelli, della pelle, dei capelli, del midollo spinale e delle ghiandole sebacee.
Secondo alcuni studi che hanno approfondito la sua efficacia nei cani, è stato accertato che la biotina è un complemento ideale per questi animali, anche se bisogna fare attenzione al suo utilizzo per evitare eventuali effetti collaterali.

Non perderti i nostri articoli.

Necessaria per garantire benessere al cane

Oltre che essere particolarmente efficace nel trattare le allergie nei cani, l’ uso della biotina è particolarmente importante per la crescita dell’animale, per la formazione dei muscoli e anche per la digestione. La carenza di questa vitamina nell’ animale può essere rivelata da alcuni segni nell’ animale che possono essere letargia, anemia, seborrea, lesioni cutanee, perdita di pelo. Anche la stanchezza e la spossatezza nell’ animale possono rivelare la carenza da biotina e bisogna sempre tenerlo sotto controllo per assicurarsi che il suo comportamento non subisca cambiamenti tali da destare preoccupazione. La carenza di biotina può verificarsi nel cane anche durante la gravidanza, o in seguito ad una eccessiva perdita di peso dovuta ad una cattiva nutrizione, o ancora in presenza del diabete, una patologia che può portare a una riduzione significativa della biotina nel corpo dell’ animale.

Dove trovarla e come assumerla

Per garantire al cane la corretta assunzione di biotina basta somministrare regolarmente alimenti che la contengono come carne di manzo, rognone, pesce, pollo, fiocchi d’avena, formaggio, fegato, ecc. Sono infatti molti i cibi che la contengono, ma, se vi è il sospetto che l’animale non ne assuma la quantità corretta, si può sempre ricorrere ad un integratore di biotina di ottima qualità, da somministrare per qualche settimana. Prima di procurarsi l’integratore è bene leggere accuratamente le etichette e verificare che siano corrette. In ogni caso, un’ alimentazione equilibrata e ben bilanciata risolve il rischio di carenza e consente all’ animale di crescere sano e forte. Poiché la biotina si lega a una proteina chiamata avidina, presente nell’ albume dell’uovo, è bene non eccedere nel consumo di albume crudo per non rendere vani gli effetti benefici.