Camille Lacourt e l’amore per il nuoto e per gli animali

Camille Lacourt e l'amore per il nuoto e per gli animali

Camille Lacourt

Il bello del nuoto francese, Camille Lacourt, fa parlare di sé non solo per le sua abilità nella vasca e per la sua spettacolare fisicità, ma anche per il suo grande amore per gli animali. Specializzato nelle gare a dorso (50 o 100 m), Camille ha vinto numerosi riconoscimenti nel corso della sua carriera: tra i più recenti ricordiamo l’oro nei 50 m dorso, argento nei 100 m dorso e bronzo nella 4×100 m misti del 2015 a Kazan e l’oro nei 50 m dorso e nei 100 m dorso nel 2016 a Londra. Il nuotatore francese è anche sposato dal 2013 con la bellissima Valérie Bègue, Miss Francia 2008 e ha una bambina, Jazz, nata il 20 ottobre 2012. Protagonista dello spot Edison Energia e dello spot Stroili 2014, Camille è molto popolare ma la sua passione sviscerata per gli animali lo ha fatto distinguere tra gli sportivi per il suo animo nobile e sincero.

Non perderti i nostri articoli.

Sportivo ma con un amore sviscerato verso gli animali

In realtà Camille Lacourt da sempre è stato un accanito animalista e ha sempre lottato ponendosi dalla parte dei più deboli e dei più indifesi con grande impegno e solidarietà. Una sbirciata sul suo sito ci fa scoprire come il nuotatore francese sia un grande animalista, ma anche lui stesso più volte ha affermato di avere molto a cuore il benessere degli animali, soprattutto dei cani. Lacourt ha infatti affermato che gli animali sono i migliori amici degli esseri umani e proprio per questo motivo meritano tanto amore. A dimostrare la sua totale dedizione per gli animali sono i numerosi eventi e le iniziative a cui il nuotatore ha preso parte e che ha anche spesso finanziato. Più volte è stato ripreso nel corso di alcune manifestazioni in cui ha dato il suo contributo di sportivo in difesa degli animali.

or-5

Sempre in difesa degli amici a quattro zampe

Spesso il nuotatore ha preso parte ad iniziative benefiche riguardanti gli animali e ha anche in serbo una serie di progetti che lo vedono in prima linea in difesa degli amici a quattro zampe. In passato, ad esempio, Camille ha fatto visita ai cani della Clinica veterinaria di Porta Venezia, un centro all’avanguardia creato alcuni anni fa da tre donne, precisamente le dottoresse Alessia Fedrigoni, Silvia Maria Repetto e Chiara Caruso. In quell’occasione Camille ha fatto amicizia con alcuni simpatici esemplari con i quali è pronto a condividere alcuni progetti.