E’ morto Nutmeg a 32 anni, era il gatto più anziano del mondo

Featured Video Play Icon

Morto Nutmeg il gatto più anziano del mondo

E’ morto Nutmeg all’ età di ben trentadue anni, un record; se fosse stato un essere umano avrebbe avuto ben 144 anni. Era il gatto più vecchio del mondo. La sua straordinaria longevità è merito anche delle cure e delle attenzioni con cui è stato cresciuto e accudito dai suoi genitori umani. Il suo stile di vita in appartamento, la sua alimentazione sana e l’ amore che i suoi padroni gli hanno dato sono stati determinanti. Liz e Ian Finley sono i proprietari di questo eccezionale micio di Blaydon, una piccola cittadina inglese della contea di Newcastle.

Non perderti i nostri articoli.

La storia di Nutmeg

Questo dolce gatto soriano, prima randagio, viveva con loro dal 1990. Era stato lui a scegliere la coppia: si era presentato nel giardino presso la casa dei Finley, che lo avevano accolto e gli avevano dato il nome di Nutmeg, noce moscata. A quel tempo aveva già cinque anni e una malattia. “Era molto magro e aveva un nodulo sul collo”, ha detto Ian. La coppia lo aveva subito portato alla Cats Protection del posto, che aveva curato con successo questo nodulo sul collo.

Gli ultimi anni di Nutmeg

Nutmeg aveva rischiato la sua vita due anni fa, a trent’ anni di età: era stato vittima di un ictus ed era stato ricoverato presso il Westway Veterinary Centre, la clinica veterinaria dove lavorava la sua veterinaria di fiducia Laura Gillis. Si era trovato sul punto di morire tuttavia si era ripreso bene con una forza incredibile; non è difficile immaginare la felicità immensa dei suoi umani che avevano tanto temuto per la sua vita.
Tuttavia, per quanto longevo possa essere, il termine della vita prima o poi doveva arrivare anche per lui, ed è sopraggiunto pochi giorni fa.
Di morte naturale è morto Nutmeg, per via di problemi legati alla sua anzianità: aveva iniziato a soffrire di problemi al cuore, di complicazioni respiratorie, senza contare che gli erano rimasti tre soli denti e che da un orecchio era sordo. I suoi organi insomma si stavano deteriorando per la vecchiaia.
“Nutmeg è sempre stato accudito molto bene. Ha una stanza tutta per sé. Fa parte della famiglia. Noi diciamo sempre che noi siamo i suoi umani, invece di dire che lui è il nostro gatto. Siamo molto orgogliosi del fatto che Nutmeg con ogni probabilità detenga il record di gatto più vecchio del mondo, ma per noi è solo il nostro pet”, ha detto Ian del suo adorato amico felino che ora non c’ è più.