Perché il gatto attacca le caviglie? Cosa fare?

Featured Video Play Icon

Perché il gatto attacca le caviglie?

E’ una situazione piuttosto frequente, che normalmente non comporta grossi problemi e risulta più che altro buffa e divertente, ma in alcuni casi però può diventare anche un problema. Vediamo perché il gatto attacca le caviglie dei proprietari e se questo gesto ha un significato.

Non perderti i nostri articoli.

Questione di frequenza

Come abbiamo accennato, nella maggior parte dei casi, si tratta solo di un gioco, non si tratta di un dispetto e nemmeno vuole farvi del male; già in natura i gatti si divertono facendosi agguati. Può anche essere una reazione ad un rumore forte o qualcos’altro, che viene percepito dal felino come una minaccia. Il gatto, infatti, potrebbe aggredire le vostre caviglie per paura, semplicemente perché sono la prima cosa che gli capita a tiro, insomma una sfortunata coincidenza. Altro fattore scatenante dell’aggressione potrebbe essere il dolore: il gatto in quel momento prova dolore per una qualche ragione, magari lo avete semplicemente inavvertitamente calpestato e aggredisce la cosa più vicina.

Ma certo se questo comportamento viene messo in atto troppo frequentemente e, soprattutto, se così facendo il gatto diventa pericoloso e ferisce le persone, potrebbe indicare un disagio del vostro amico peloso o una patologia comportamentale. La cosa più comune è un problema di ansia da luogo chiuso: accade spesso in gatti che restano molto tempo soli in casa, annoiati e poco stimolati. Questo genera nell’animale stress e frustrazione, cosa che li porta a fare agguati al loro umano non appena lo hanno a tiro. Insomma prendersela con le vostre caviglie è un modo come un altro per scaricare la sua energia.

Gatto che attacca le caviglie: cosa fare

Tanto per cominciare, non lasciate mai il gatto solo in casa senza giochi, o qualcosa che lo stimoli. Dovete evitare che trascorra tutto il giorno annoiandosi e pensando al momento in cui avrà di nuovo a tiro le vostre caviglie. Ogni tanto, fate ruotare i giochi del gatto, in modo che non lo stanchino e che risultino sempre nuovi e stimolanti. Anche castelli ed alberi per gatti, nei quali nascondersi, ma anche giocare e farsi le unghie, possono risultare particolarmente adatti allo scopo di tenerlo impegnato e sereno. Se possibile, lasciategli libero accesso ad una finestra dalla quale possa almeno osservare il mondo esterno.

Evitate anche di incoraggiare questo comportamento! Se il gatto attacca le caviglie, non agitatevi inutilmente, non provocatelo, non scappate, non cercate di prenderlo, o finirete per incentivarlo maggiormente. Siate il più possibile indifferenti e lasciate che si tranquillizzi. Come abbiamo detto, se il comportamento è frequente potrebbe essere una buona idea portarlo dal vostro veterinario di fiducia che escluderà problemi fisici e patologie. Se tutto fosse nella norma dal punto di vista fisico potrete rivolgervi ad un veterinario comportamentista.