Gatto salva soldato dal suicidio e gli dona la felicità

gatto salva soldato

Gatto salva soldato dal suicidio

Il soldato Josh Marino aveva preso la drastica e tragica decisione di suicidarsi dopo essere stato in guerra in Iraq. Non riusciva più a vivere, così aveva scritto una messaggio di addio, era uscito di casa con un coltello e stava fumando un’ ultima sigaretta sotto la pioggia battente. Tuttavia all’ improvviso è accaduto un episodio inatteso che gli ha salvato la vita, poiché lo ha distolto dalla sua intenzione e gli ha fatto ritrovare la voglia di vivere.
Da dietro un cespuglio è spuntato un bellissimo e piccolo gatto dal pelo bianco e nero. Ecco che proprio quando questo ragazzo aveva raggiunto il fondo della propria disperazione, il gatto salva soldato.

Non perderti i nostri articoli.

Gatto salva soldato: il legame unico tra Josh e Scout

Per lui è stato come rinascere, rivedere la luce. Il felino gli si è avvicinato. Di fronte a ciò, Josh è crollato, si è fatto coinvolgere dal gatto che si strofina sulla sua gamba, ha iniziato a piangere sfogando così tutto il proprio dolore. Questo incontro lo ha cambiato per sempre e in quel dolce micio ha ritrovato una ragione di vita.
Lo ha chiamato Scout. “Ho smesso di pensare a tutti i miei problemi, e ho iniziato a pensare a tutte le sue difficoltà e a come avrei potuto aiutarlo”, ha detto. Tra i due si è subito creato un legame molto forte.

La malattia del soldato

Spesso purtroppo la guerra lascia dentro l’ anima dei soldati che sopravvivono un peso che essi non riescono a sopportare; dimenticare e lasciare alle proprie spalle le violenze a cui hanno assistito diventa impossibile. Si tratta di quello che viene chiamato disturbo post traumatico, un problema grave che non guarisce mai in modo semplice. Ecco perché Josh Marino aveva deciso di suicidarsi; la guerra in Iraq aveva causato in lui questa malattia.
“Molti di non non si rendono conto che stiamo portando con noi la guerra. Non volevo più andare avanti, combattere con il mio male”, aveva detto il soldato.
E’ stato però proprio il gatto, in un qualche modo misterioso, che con la propria presenza e il proprio amore e affetto gli ha ridato la voglia di continuare. I due ora sono inseparabili e il gatto è stato ottimo nella sua pet therapy.