Cani da borsetta: maltrattamento animali o mode umane?

Cani da borsetta: maltrattamento animali o mode umane?

Cani da borsetta

Negli ultimi anni è aumentata notevolmente l’attenzione verso il mondo animale, tanto che dalle star di Hollywood si è diffuso in maniera esponenziale il fenomeno dei cani da borsettahandbag dogs, quello per cui vediamo per le strade delle nostre città (non più e non solo in quelle calcate dalle celebrità del mondo dello spettacolo) uomini e donne che portano il proprio cane nella propria borsa, vestito, colorato e pettinato secondo mode ben precise. C’è allora chi si interroga se siamo di fronte ad una semplice moda o, peggio, a una sorta di maltrattamento degli animali.

Non perderti i nostri articoli.

Il fenomeno cani da borsetta

Tutto è iniziato con l’handbag dogs, portare i propri cani in borsa come fossero un abbellimento, un accessorio alla moda del vestiario degli uomini, uno status symbol. Da lì il passo è stato breve per arrivare anche ad altri fenomeni correlati: vestire il proprio cane con vestitini alla moda e firmati, dipingerli con diversi colori e con i disegni più stravaganti e particolari, fino addirittura a realizzare tatuaggi sulla pelle del cane.

La domanda sorge spontanea: perché? Qualcuno si è mai posto l’interrogativo se tali pratiche siano apprezzate dai cani o se, invece, siano una forma non troppo velata di maltrattamento?

Cani da borsetta: maltrattamento animali o mode umane?

Cani da borsetta e il maltrattamento degli animali

Il fenomeno handbag dogs dimostra tante cose, innanzitutto come spesso sia sbagliato il rapporto animale-uomo, con responsabilità evidentemente da imputare all’essere umano.

Quello che questi fenomeni insegnano è che l’uomo ha perso il contatto con la realtà del mondo animale, trasformando gli animali in accessori.

E questo è il dato più allarmante e preoccupante; il problema non è il taglio del pelo, la sua pittura o il tatuaggio (per quanto alcuni qualche conseguenza pericolosa per la salute dell’animale ce l’hanno), ma le motivazioni, le ‘ragioni’ che portano la cultura umana a comportarsi in questo modo con gli animali, praticando loro un maltrattamento, una violenza.

In alcuni Paesi, come anche l’Italia, alcune pratiche (come quella di colorare gli animali) sono vietate e passibili di denuncia e multa, ma il problema è più profondo e grave di quanto si pensi e, se si vogliono davvero rispettare gli animali, è ora di porre fine a questa mentalità.