Antiparassitari per cani contro zecche e pulci: quale scegliere?

Antiparassitari per cani contro zecche e pulci: quale scegliere?

Antiparassitari per cani contro zecche e pulci

Esistono diversi tipi di antiparassitari per cani contro zecche e pulci per garantire e tutelare la salute del tuo amico a quattro zampe, ma non sono intercambiabili tra loro (della serie uno vale l’altro), ma ognuno ha delle caratteristiche e delle peculiarità che rispondono a specifiche esigenze.

Non perderti i nostri articoli.

La scelta degli antiparassitari per cani

Sostanzialmente gli antiparassitari per cani contro zecche e pulci si dividono in due tipi: naturali e chimici. Come spesso accade per prodotti, anche per l’uomo, con questa distinzioni è facile intuire come la differenza stia nell’immediatezza dell’efficacia e nelle controindicazioni. Gli antiparassitari naturali sono efficaci dal terzo-quarto giorno da quando sono stati usati, ma non hanno alcun tipo di controindicazione; viceversa gli antiparassitari chimici hanno un effetto immediato ma possono generare diverse controindicazioni, specie se il cane è malato o  se il cane è anziano.

L’altra grande differenza tra gli antiparassitari è nella modalità di applicazione e somministrazione. Esistono in commercio antiparassitari sotto forma di collari per cani, spray, lozioni, fialette, eccetera.

Per orientarsi in questa grande scelta di prodotti è bene fare un po’ di chiarezza e individuare alcuni punti fermi.

Il funzionamento degli antiparassitari per cani

Per capire come scegliere i migliori antiparassitari per cani contro zecche e pulci è importante comprenderne il funzionamento. Innanzitutto va ricordato che gli antiparassitari hanno un’efficacia annuale, ma svolgono principalmente le loro funzioni in prossimità della primavera e dell’estate, quando zecche del cane, zanzare e pulci nel cane esercitano tutta la loro virulenza.

Salvo applicazioni particolari gli antiparassitari vano applicati sulla cute (non sul pelo) in maniera particolare sulla nuca, le scapole, vicino alla coda e sulla schiena. I prodotti vengono assorbiti dopo 4 ore circa, per cui conviene evitare in quel lasso di tempo ogni tipo di contatto.

Infine va premesso che è consigliabile iniziare ad applicare questi prodotti sin da quando i nostri cani sono dei cuccioli, ovviamente tenendo conto del dosaggio indicato.

Il prodotto giusto

Per una scelta saggia e utile alla protezione del nostro cane conviene orientarsi verso un antiparassitario pratico da usare e che tenga conto del peso del cane. Ecco una rapida rassegna dei maggiori antiparassitari in commercio:

  • L’ Advantix ha un’efficacia di 3-4 settimane ed è indicato particolarmente per i cuccioli ai quali può essere applicato già dalla settima settimana di nascita;
  • Il Frontline Combo ha una durata di circa 4 settimane per le zecche e 8 per le pulci; è adatto per i cuccioli dall’ottava settimana, ma è inefficace contro flebotomi e zanzare;
  • L’ Export Spot On dura 4 settimane producendo effetti già dopo 24 ore. Si utilizza contro pidocchi, zecche, pulci e flebotomi;
  • Advocate garantisce protezione solamente contro le pulci per circa 4 settimane. È utilizzabile fin dalla settima settimana di vita del cucciolo ed è consigliato per trattamenti specifici;
  • Cardotek sono  pastiglie contro le zanzare e hanno un’efficacia di un mese, ma non protegge da pulci, zecche o flebotomi;
  • Scalibor è un collare utile contro zecche (per una durata di 24 settimane), pulci (16 settimane) e flebotomi (20 settimane), ma è da evitare sui cuccioli.
  • Interceptor sono pastiglie contro le zanzare con una copertura di circa un mese e possono essere utilizzate già dalla seconda settimana di vita.
  • Antiparassitari naturali: in commercio esistono diverse soluzioni, solitamente a base di argilla, Tea Tree oil o olio di Neem per cani e, come detto, non presentano controindicazioni.