Come presentarsi a un cane per la prima volta

Come presentarsi a un cane per la prima volta

Come presentarsi a un cane

Avete qualche dubbio su come approcciarvi ad un cane per la prima volta? Beh, in effetti bisogna agire con cautela per far cosa gradita al nostro amico e non rischiare di essere invadenti, ma piuttosto cercare di risultare simpatici. Ecco qualche consiglio su come presentarsi a un cane e conquistare la sua fiducia.

Non perderti i nostri articoli.

Come presentarsi a un cane: agire in presenza del proprietario

Per prima cosa, è senza dubbio sconsigliato soffocare il cane di baci e coccole, soprattutto la prima volta che lo si incontra: se non vi conosce, non capirà la motivazione delle effusioni e potrebbe non gradirle affatto. Invece, la mossa migliore per presentarsi al cane per la prima volta è quella di avvicinarsi mentre è in compagnia del proprietario, avendo cura di far finta che l’animale non ci sia. Se la conversazione è tranquilla l’animale capirà che può fidarsi e quindi che anche in nostra presenza può stare tranquillo.

Un altro modo per approcciarsi al cane per la prima volta è quello di mettersi al suo fianco e non di fronte a lui: è infatti opportuno attendere che faccia la prima mossa e si avvicini a noi. Inoltre, mai guardarlo dritto negli occhi del cane, questo gesto avrebbe il significato di lanciare una sfida e ovviamente, se vogliamo prendere confidenza con l’animale, è l’ultima cosa da fare. Infine, un modo per presentarsi e far capire che siamo innocui è quello di lasciarsi annusare: se l’animale è a suo agio allora chiediamo il permesso al proprietario e poggiamo la mano sul mantello del cane per accarezzarlo e dirgli qualche parolina dolce. Evitare di mettere la mano sulla testa perché potrebbe innervosirsi.

Come presentarsi a un cane: attenzione ai segnali di comunicazione dei cani

Il cane lancia dei segnali di comunicazione spesso molto eloquenti che però dobbiamo conoscere per interpretarli. Ad esempio, se si allontana mentre stiamo per avvicinarci vuol dire che dobbiamo fermarci e che non ha alcuna intenzione di avere a che fare con noi. Se lo ignoriamo potrebbe passare all’attacco, quindi è meglio evitare e retrocedere. Altri segnali che ci fanno capire che cosa vuole un cane sono: la coda del cane che si muove lentamente vuol dire che è attento, mentre se è nascosta fra le zampe significa che ha paura. Le orecchie del cane erette e rivolte in avanti mostrano che l’animale può essere interessato o aggressivo, mentre se sono piatte contro la testa significa che è spaventato.