George Micheal e la lotta per gli animali

George Micheal e la lotta per gli animali

George Michael

Sono davvero tante le cose che ci mancheranno di George Micheal, un talentuosissimo uomo. Non solo brani celebri come “Last Christmas” che ci ha accompagnato per tutti i natali dall’84 in avanti o la stra visualizzata performance-tributo di “Somebody to Love” dei Queen dove anche Freddy Mercury, siamo certi, si sarebbe alzato in piedi per applaudirlo.

Ci mancherà molto anche la sua generosità verso persone e animali che ha sempre dimostrato.

A casa sua i cani non sono mai mancati e in passato anche i gatti come testimoniano le foto di un giovane George con il tipico ciuffo anni 80 e un grosso felino sulla spalla con cui scherza felice. Sono tanti anche gli scatti fotografici fatti come testimonial di alcune delle tante campagne a sostegno dei cani che ha portato avanti con passione nell’arco degli anni. L’ultimo amico a quattro zampe a cui era legato è un labrador che adorava e con cui non era raro vederlo passeggiare per Londra anche nelle giornate più fredde.

Ha sempre saputo prendere con garbo e ironia anche le vicende più chiacchierate della sua vita come l’arresto per atti osceni in luogo pubblico quando fu trovato in un bagno in compagnia di un uomo e che lo costrinse a gettare la maschera sulla sua, allora solo presunta, omosessualità e a cui rispose artisticamente con il brano “Outside” il più celebre della sua seconda primavere artistica.

Non perderti i nostri articoli.

George Micheal un’anima senza pretese

L’ex leader degli Wham ha donato in beneficenza gran parte delle royalties della sue canzoni tra cui la famosissima “Jesus to a child” a sostegno di un telefono amico per bambini e ancora ha elargito grosse somme di denaro per finanziare la prevenzione all’HIV che nel 93 gli portò via il compagno Anselmo Feleppa. L’elenco sarebbe ancora lungo specie se si considerano le donazioni non legate ad associazioni, ma a singole persone che non ci sono state rese note se non dopo la sua scomparsa. Non sempre le pop star del suo calibro utilizzano la propria polarità e patrimonio economico per così tante cause e con così tanta determinazione.

George Micheal e la lotta per gli animali

Tante le associazioni di animali in particolare cani che lui amava che gli sono grate per il sostegno e l’aiuto. La pop star inglese era un grande sostenitore delle adozioni dai canili sovraffollati. Ha lottato molto contro l’abbandono degli animali e per sensibilizzare sul traffico illegale di cuccioli venduti su internet come pacchi dopo essere stati strappati dalle madri e dopo viaggi massacranti in condizioni terribili.

Il suo fedele amico a quattro zampe color champagne è rimasto fermo ore davanti alla distesa di fiori che i numerosi fan avevano depositato ai piedi della sua casa di Londra. Non è il solo che non lo avrebbe mai voluto vedere andar via.