Perché gatti sbadigliano? Vediamo i motivi

Featured Video Play Icon

Sai perché gatti sbadigliano tanto?

Abbiamo spesso visto il nostro micio sbadigliare, ma sappiamo in realtà perché lo fanno? Cosa li spinge ad emettere questo comportamento del gatto? Allo stesso modo degli umani, anche il gatto manifesta qualcosa con lo sbadiglio, ma vediamo nello specifico di cosa si tratta e perché gatti sbadigliano.

Non perderti i nostri articoli.

Perché gatti sbadigliano: i vari motivi

Secondo alcuni studiosi, lo sbadiglio del gatto si ripete circa 109.500 volte nell’arco della sua vita. I motivi per cui sbadiglia non sono ancora noti, ma vi sono delle supposizioni che in qualche modo cercano di dare una spiegazione concreta a questo gesto.

Pare che la causa principale dello sbadiglio del gatto sia la noia: infatti, quando sbadiglia il gatto si rilassa, magari dopo aver sonnecchiato un po’, cosa non rara. I medici sostengono che il gatto sbadiglia quando nel sangue si abbassa il livello di ossigeno, così è obbligato a compiere un respiro più ampio che fa bene al cuore e alla circolazione. Secondo alcuni, il gatto sbadiglia per scaricare la tensione, mentre altri hanno un’idea più avanzata e sostengono che sbadiglia per mostrare i denti del gatto, un atteggiamento che rivela una predisposizione a segnare il territorio. Il movimento rilascia anche energia, aiutando l’animale a rilassarsi. I medici sostengono che sbadiglia quando nel sangue si abbassa il livello di ossigeno, obbligandosi così a fare un respiro molto ampio che stimola il cuore e la circolazione. Alcuni comportamentisti invece sostengono che il micio sia diviso tra l’istinto ad addormentarsi e quello a non farlo, per qualche motivo, e che lo stress lo faccia sbadigliare mentre tenta di restare sveglio.

Perché gatti sbadigliano? Vediamo i motivi

Perché gatti sbadigliano: in quali momenti della giornata lo fa

Vi sono dei momenti più propizi in cui il gatto di solito sbadiglia, come ad esempio la mattina, al risveglio, dopo il sonno. Ecco, in questi momenti il gatto si rilassa e si stiracchia anche, permettendo alle ossa di sgranchirsi dalla posizione assunta nel sonno. Al contrario, sbadiglia poco la sera e anche quando è stanco, mentre lo fa quando è in conflitto: ad esempio, se si trova vicino ad una ciotola di cibo del gatto ma c’è anche un altro simile, che può anche essere un cane, fa finta di mostrarsi assonnato per far capire che non è interessato, ma al contempo scoraggia l’altro ad avvicinarsi. Si tratta di una tecnica studiata ad arte dal felino che mentre fa finta di niente, in realtà ambisce al cibo e spesso riesce nel suo intento!