E’ possibile che la stessa cucciolata abbia paternità diverse?

E' possibile che la stessa cucciolata abbia paternità diverse?

Stessa cucciolata, paternità diverse

Sapevate che nella stessa cucciolata del cane vi possono essere paternità diverse? Proprio così, a differenza di quanto accade nell’uomo, i cuccioli del cane possono avere padri diversi, un fenomeno che solo la genetica può spiegare. Scopriamolo insieme!

Non perderti i nostri articoli.

Stessa cucciolata, padri diversi per la superfecondazione

Premesso che i cuccioli del cane sono sempre della stessa razza di cani, possono invece avere padri diversi. La spiegazione di questo fenomeno ce la fornisce la genetica: si tratta infatti di superfecondazione, un termine che indica la manifestazione di ovulazioni multiple nelle cagnoline e anche la possibilità di fecondazione di più ovuli nel caso di accoppiamento con più maschi. In pratica, gli ovuli della femmina rimangono a disposizione per la fecondazione anche per diversi giorni, per questo avviene il fenomeno della superfecondazione. In genere si tratta di accoppiamenti dei cani che avvengono nella stessa giornata, distanti al massimo di un paio di giorni, che porta la femmina ad accoppiarsi spesso per il calore nel cane, condizione che ha termine quando la cagnolina è gravida. Tuttavia, è anche possibile che gli accoppiamenti avvengano a distanza di più giorni, ma in questi casi difficilmente i cuccioli sopravvivono perché non tutti sono pronti per nascere nello stesso momento.

Stessa cucciolata, aspetto misto

Il processo della superfecondazione viene facilitato anche dal fatto che i cani maschi producono spermatozoi che possono rimanere in vita anche per otto giorni. D’altronde, è nota la poligamia nei cani, quindi non è affatto strano che le femmine si accoppino con più maschi, mentre è bene sottolineare che un cucciolo può avere un solo padre, ma nella stessa cucciolata i padri possono essere diversi. Ad esempio, se una femmina beagle dà alla luce dei cuccioli che somigliano a un pastore tedesco e altri che somigliano al barboncino, allora è possibile che si sia accoppiata con due maschi delle due razze. Invece, nel caso i cuccioli sembrano molto diversi l’uno dall’altro, molto probabilmente la femmina si è accoppiata con un solo esemplare maschio di razza diversa. Questo fenomeno è detto dai genetisti Processo di eterozigosi, che vuol dire variazione genetica. In pratica, se una femmina di San Bernardo si accoppia con un Rottweiler, probabilmente alcuni cuccioli somiglieranno alla madre, altri al padre e altri cuccioli potrebbero essere misti. Per riconoscere chi è il padre dei cuccioli oggi è disponibile il test del DNA per conoscere il padre biologico e capire se la cagnolina ha avuto più partner.