Fasi di crescita del cane: dalla nascita a 12 mesi

Fasi di crescita del cane: dalla nascita a 12 mesi

Fasi di crescita del cane

La crescita dei cagnolini avviene in varie fasi evolutive, proprio come i bambini. Ogni fase si distingue per un comportamento del cane diverso, che cambia in particolare fino al primo anno di vita. Scopriamo le fasi di crescita del cane, dalla nascita a 12 mesi.

Non perderti i nostri articoli.

Fasi di crescita del cane: cure e cibo indispensabili

Sin dalla nascita il cucciolo ha bisogno di cibo e calore e poiché non è autonomo, ha bisogno di un ambiente caldo che mantenga il suo corpo ad una temperatura adeguata. In questa fase il cucciolo cresce rapidamente, ma tra i 13 e 20 giorni subisce diversi cambiamenti: infatti, schiude gli occhi del cane, anche se non può vedere, e si muove avanti e dietro. Verso i 20 giorni spuntano i primi denti del cane che lo aiutano a masticare e muove la coda. Dai 21 ai 49 giorni il cagnolino assume diversi posizioni del corpo e comincia a vocalizzare alla vista della madre e dei fratelli. Impara ad abbaiare e a mordere e comincia a capire cosa è la disciplina: in questa fase ci pensa la madre ad educarlo. Dalla 7^ alla 12^ settimana il cucciolo è pronto per essere trasferito nella sua nuova casa e abituarlo a tutto ciò che ne fa parte e anche a tutti i rumori.

Fasi di crescita del cane: dalle 13 settimane in poi

Il periodo che va dalla 13 alla 16 settimana prevede ulteriori cambiamenti. Il cucciolo cambia i denti da latte e comincia a diventare indipendente. In questa fase cerca anche di capire la sua posizione nei confronti del leader. A questa fase segue quella detta del “volo”, che va dai 4 agli 8 mesi, durante la quale potrà succedere di tutto: il cucciolo non ubbidirà più, vorrà andare fuori e farà anche finta di non sentire il padrone. Adesso è il momento di addestrare il cane e se da soli non si riesce è consigliabile rivolgersi ad un campo d’addestramento. Nel corso del secondo semestre del primo anno di vita, infine, il cane sperimenta la paura di trovarsi di fronte a nuove situazioni. Può trattarsi di un rifiuto ad avvicinarsi a qualcosa di sconosciuto e in questo caso non bisogna mai forzarlo, ma attendere con pazienza che riesca a superare la paura, creando magari delle situazioni di incoraggiamento. Oltre a tutte le cure umane, durante il primo anno di vita il cucciolo deve essere seguito da un veterinario che provvederà a fare le dovute vaccinazioni del cane.