Abitudini del gatto: i nostri mici ci fanno i dispetti?

Abitudini del gatto: i nostri mici ci fanno i dispetti?

Abitudini del gatto

Chi ama il mondo degli animali sa che anche qui ci sono alcune teorie, alcuni modi di pensare dati ormai per scontati di cui diventa difficile capire le origini e le ragioni e, ancor più difficilmente, è difficile sradicarle dall’opinione pubblica. Una di quelle più diffuse è quella che vede, tra le abitudini del gatto, che questi sia un animale dispettoso. Questa convinzione è radicata dall’idea parallela che, a differenza del gatto, il cane sia invece un animale buono e fedele. Si è quindi venuta a creare questa sorta di opposizione tra due animali che, in realtà, in modo diverso, sono sempre molto legati ai propri padroni.

Non perderti i nostri articoli.

I dispetti dei gatti

Vediamo quindi più approfonditamente se e quanto regge la questione dei dispetti tra le abitudini del gatto. Il comportamento dei gatti non è un vero e proprio fastidio, quanto più una reazione (a suo modo logica e dovuta) in risposta ad un atto o un comportamento ricevuto o subito. Tali comportamenti, solitamente compiuti dall’uomo, possono generare nel gatto frustrazione, perdita di punti di riferimento e ansia, tali da contrariarlo e scatenare una reazione.

Se ad esempio in casa si sposta un oggetto (come la coperta sulla quale dorme) che il gatto utilizza quotidianamente, egli non ne comprenderà le ragioni e sentirà l’esigenza di esprimere il suo disappunto. Tali reazioni sono quelle che comunemente vengono considerate come un dispetto ma che ovviamente non lo sono.

Il rapporto con gli animali

I gatti non sono dispettosi, ma semplicemente reagiscono a quelli che loro considerano come dispetti o scorrettezze subite. Molto spesso si considera un dispetto quello di fare i propri bisogni fuori dalla lettiera per gatti. In realtà il più delle volte tale gesto è motivato dallo spostamento della lettiera stessa o dal fatto che non è stata pulita adeguatamente o al contrario è stata lavata con un detergente sgradevole per l’olfatto sensibile del nostro micio. I gatti sono animali abitudinari, per cui ogni cambiamento può risultare causa di fastidi e frustrazioni. Il suo modo di farcelo sapere è quello di utilizzare comportamenti che, un po’ superficialmente, noi consideriamo come dispetti.

Il problema principale è quello relativo alla comprensione del rapporto con i nostri animali. Essi agiscono, reagiscono e comunicano in maniera molto semplice, ma molto spesso su livelli differenti dai nostri; ed è questo quello che genera confusione e porta a pensare che i gatti siano dispettosi, quando invece la realtà è diversa.

Molto spesso, inoltre, capita che quelli che vengono considerati come dispetti dei gatti sono in realtà dei disagi di natura fisica che il gatto manifesta in quel modo. Si faccia molta attenzione, quindi, a non liquidare velocemente come dispettoso il proprio gatto e si provi a capire come mai si comporta in quel modo e come potergli restituire serenità nella vita in casa.