Gatti sono attratti da chi li evita, perché?

Gatti sono attratti da chi li evita, perché?

Perché i gatti sono attratti da chi li evita?

Vi sarà capitato di avere a che fare con un gatto che vi snobba, più cercate di avvicinarlo e coccolarlo e più questo si mostrerà indifferente. Ma se al contrario lo ignorate, se lo guardate di sbieco e vi muovete con naturalezza, come se lui non ci fosse, allora molto probabilmente ricercherà la vostra compagnia. Come si spiega questo fenomeno? Perché i gatti sono attratti da chi li evita? Scopriamolo insieme!

Non perderti i nostri articoli.

Perché i gatti sono attratti da chi li evita: la spiegazione

Vi è mai capitato di attrarre l’attenzione di un micio senza volerlo? Ecco una situazione tipo: in una stanza ci sono diverse persone, un gatto entra e sembra interessarsi dell’unica che non s’interessa a lui, o che addirittura ne ha paura. Gli si avvicina, miagola, fa le fusa e cerca di attirarne l’attenzione.

La spiegazione è molto semplice: i gatti si sentono rassicurati da chi non li insegue, non li fissa, non agita le mani o altri oggetti davanti ai loro occhi per attirare la loro attenzione. Chi li ignora, per loro non costituisce una potenziale minaccia e saranno quindi più propensi ad avvicinarsi e incuriositi nel conoscere proprio questa persona. Sicuramente faranno di tutto per instaurare un rapporto amichevole proprio con chi li evita.

Se invece s’insegue un gatto, si cerca di farlo giocare per forza e lo si stuzzica, il felino penserà di essere in pericolo e cercherà di sfuggire o peggio si potrebbe innervosire e cercare di graffiare il suo “assalitore”.

Il comportamento non verbale

Quando si interagisce con un gatto, il comportamento non verbale è la chiave del successo. Il gatto non è certo dispettoso e quindi non cerca di proposito la compagnia di chi lo teme, per una questione di ripicca, ma è semplicemente rassicurato da chi lo ignora. Dunque se avete paura di un gatto evitate di stare fermi ed ignorarlo, fissatelo e gesticolate, è più probabile che non si avvicini.

Se invece volete che il gatto si interessi a voi e si avvicini, quale dovrà essere il vostro atteggiamento? Ecco alcuni consigli su come comportarvi:

  • Dategli giusto un’ occhiatina veloce di sbieco;
  • Non muovete in modo troppo veloce le mani;
  • Non gesticolare sotto il naso del gatto;
  • Non cercate di toccarlo;
  • Non parlate direttamente all’animale a voce alta;
  • Usate un tono suadente, ditegli che è bellissimo accentuando le L e le S, ma rivolgendo l’attenzione altrove;
  • Restate immobili quando il gatto si avvicina;
  • Non toccate per primi il gatto, deve essere lui a cercare il contatto con voi. Quindi pazientate e attendete che faccia lui il primo passo;
  • Se avvicinate una mano all’animale deve essere chiusa a pugno, non aperta, il gatto vi struscerà contro la testa come farebbe con un suo simile.