Cani al cinema: ultima moda o buona abitudine?

Cani al cinema: ultima moda o buona abitudine?

Cani al cinema

I cani al cinema non si vedono più solamente sugli schermi come protagonisti di film e cartoni animati con i cani, ma adesso possono anche entrare in sala, accompagnando i loro amici umani e trascorrendo una piacevole serata in loro compagnia. A Londra, infatti, molti cinema stanno permettendo ai pelosi di entrare e godersi un bel film con i loro padroni, dando il via a un progetto sperimentale. Ogni sei settimane i cinema Picturehouse organizzano delle serate dedicate agli umani e ai loro amici con la coda. Nelle sale vengono adottati alcuni accorgimenti: niente film troppo violenti e rumorosi, volume abbassato, ciotole per cani in corridoio e coperte sui sedili. 

Non perderti i nostri articoli.

Cani al cinema: il progetto londinese

L’esperimento londinese sta andando a buon fine e molti cinema hanno aderito al progetto. I cani al cinema si comportano come i loro umani, stanno seduti a guardare il film e molti di loro si addormentano. Chi lavora presso i cinema coinvolti nel progetto, ha dichiarato che spesso i pelosi sono più composti dei soliti clienti dei cinema, che passano il tempo a ridere, fare chiasso o a smanettare sui cellulari.

L’opera più amata dal pubblico a quattro zampe è God’s Own Country, una toccante storia d’amore tra un contadino inglese e un immigrato romeno. Ovviamente, ai cani piace non per la love story tra i due, ma perché il film è pieno di loro simili e di pecore. I cani di città possono vivere sullo schermo la vita dei cani di campagna.

Si spera che il progetto diventi una realtà anche in Italia e che sempre più cinema permettano ai pelosi di entrare a godersi lo spettacolo sul grande schermo. La presenza degli animali potrebbe non essere limitata solamente al cinema, ma allargata anche ai teatri e agli luoghi di intrattenimento culturale.