Cani obesi: un cane su tre è in sovrappeso

Cani obesi: un cane su tre è in sovrappeso

Cani obesi: problemi di alimentazione

Uno degli errori commessi maggiormente dai proprietari di animali è quello di dargli troppo da mangiare. I cani obesi in Italia sono circa uno su tre e questo dipende dall’alimentazione di Fido, che spesso non viene controllata. Secondo il veterinario Pier Paolo Mussa, le soluzioni sono due: alimentazione casalinga per cani o alimentazione industriale per cani. Sconsiglia la dieta di Barf per cani, poiché c’è il rischio di infezione.

Non perderti i nostri articoli.

Cani obesi: l’alimentazione industriale di Fido

Chi sceglie di dare al cane cibo industriale non deve commettere errori nei dosaggi. L’errore più comune è quello di dare a Fido troppo cibo, esagerando con le dosi. E’ importante leggere sempre le etichette delle crocchette per cani e delle scatolette di cibo umido per cani, ma è anche importante chiedere consiglio al veterinario sulle giuste quantità in base all’ età del cane, alla razza del cane, al peso del cane e alla sua taglia. Solitamente sono consigliati due pasti al giorno per cani di grande taglia e per i cani giovani. I cuccioli di cane dovrebbero mangiare quattro pasti al giorno, mentre per i cani di taglia media uno al giorno è sufficiente.

Cani obesi: l’alimentazione casalinga

Chi sceglie un’alimentazione fatta in casa per Fido, deve adottare una dieta equilibrata, bilanciando tutti gli alimenti. 40% di carne, 40% di cereali, 17% di verdure e 3% di vitamine e olio di semi. Non bisogna inserire nella dieta alimenti nocivi per cani come cioccolato, dolci e fritti. Ottime invece le bietole e le carote. I piatti che vengono cucinati per noi umani, non vanno bene per i nostri amici con la coda, perché possono provocargli problemi al fegato del cane o all’intestino, portando il cane ad avere problemi di sovrappeso. Sconsigliata la dieta vegetariana per cani, perché potrebbe non fornire tutto i nutrimenti di cui Fido ha bisogno.