Coppia di conigli: perché e importante che vivano in coppia?

Coppia di conigli: perché e importante che vivano in coppia?

Perché e importante che i conigli vivano in coppia?

Se state pensando di portare nelle vostre vite un coniglietto domestico, ricordate che è sempre meglio prendere una coppia di conigli e non un solo esemplare. Ma perché è importante che i conigli vivano in coppia? In questo articolo vi spiegheremo le motivazioni.

Non perderti i nostri articoli.

Coppia di conigli: come formare la coppia e perché

Il coniglio per natura non è un animale solitario, anzi vive in gruppo. Si tratta di un animale sociale che soffre molto se deve stare da solo. L’ideale è quindi acquistare o adottare i conigli in coppia, sempre meglio che siano un maschio e una femmina e naturalmente dovrete farli entrambi sterilizzare, per evitare di ritrovarvi con tanti coniglietti e renderli meno aggressivi e territoriali. Stando in coppia non si sentiranno soli, avranno modo di giocare e coccolarsi a vicenda.

Conigli dello stesso sesso possono non andare d’accordo, mentre anche razze di conigli, età e dimensioni diverse possono coabitare. Due femmine che crescono insieme fin da cucciole possono anche coabitare, ma avvicinate da adulte potrebbero dare problemi, lo stesso vale per i maschi. Ricordate che il maschio anche se sterilizzato è fertile ancora per almeno 3 settimane dopo l’intervento e dovrà dunque essere tenuto isolato per questo periodo di tempo

Da evitare quindi:

  • Coppie non sterilizzate (sono più aggressivi e territoriali)
  • Animali dello stesso sesso (possono litigare)

Se avete già un coniglio e dovete trovargli un compagno cercate una razza caratterialmente simile, con le stesse abitudini, in modo che la convivenza sia facilitata.

Il mantenimento della coppia di conigli

Due conigli non comportano oneri economici particolarmente gravosi, e potranno vivere insieme liberi per casa e se necessario essere tenuti in una gabbia abbastanza ampia per accoglierli entrambi. Sarà sufficiente una lettiera comune con sabbietta adatta, una ciotola per il cibo e due beverini. Aumenteranno naturalmente le spese veterinarie perché le cure raddoppiano.

Domande frequenti

  • Si può inserire un terzo coniglietto? Sì, ma l’inserimento deve essere graduale in modo che venga accettato. Deve essere ovviamente anche lui sterilizzato.
  • Si devono sterilizzare anche se sono dello stesso sesso? Sì, la sterilizzazione non serve solo ad evitare l’affollamento ma anche a diminuire aggressività e territorialità.
  • Come faccio a capire se andranno d’accordo? Inizialmente i conigli si annusano, meglio magari che il contatto avvenga in un luogo tranquillo e aperto (non quindi dentro la gabbia). Sarà sufficiente osservare le reazioni degli animali, se ci sono ringhi, code alzate, spruzzi di pipì non sta andando molto bene, uno dei due deve sottomettersi o non funzionerà. Se si mordono vanno separati subito. Vanno sempre abituati gradualmente l’uno alla presenza dell’altro, l’ideale è farli mangiare insieme, inizialmente il tempo che passeranno insieme non sarà molto ma andrà aumentando man mano che si dimostrano più tolleranti l’uno verso l’altro.