Cisti follicolari ovariche nei cani: cause, sintomi e terapia

Cisti follicolari ovariche nei cani: cause, sintomi e terapia

Cisti follicolari ovariche nei cani

Le cisti follicolari ovariche nei cani sono una patologia riproduttiva che si manifesta con una certa frequenza nelle cagnoline. In pratica, si tratta di vere e proprie cisti che si sviluppano nell’ovaio. Le cellule che compongono le ovaie smettano di funzionare correttamente e formano delle sacche che contengono una sostanza liquida o semisolida. La patologia provoca delle secrezioni di estrogeni che possono durare a lungo, ovvero continue fuoriuscite di proestro e estro. Quali sono le cause e i sintomi e qual è la terapia da seguire in questi casi? Vediamo di saperne di più sulle cisti follicolari ovariche.

Non perderti i nostri articoli.

Cisti follicolari ovariche nei cani: cause e sintomi

Le cisti follicolari che si presentano nelle cagnoline possono essere singole o multiple, piccole o grosse, sono ripiene di liquido e producono continuamente estrogeni. La presenza delle cisti follicolari si può sospettare se l’estro si manifesta per oltre 21 giorni, escluso il primo calore che può durare più a lungo oppure le perdite ematiche dovute all’asse ormonale ancora in fase di assestamento. Vi possono essere le cisti follicolari se il proestro e l’estro durano più di 40 giorni e se i calori nel cane hanno una frequenza molto irregolare. In realtà, distinguere fra cicli estrali provocati dalle cisti follicolari e cicli estrani normali in cagnoline con ciclo estrale in cui è più frequente è veramente difficile. Il sintomo più evidente delle cisti ovariche nel cane è il calore persistente che si manifesta in un aumento dei giorni durante i quali ha le perdite di sangue e durante i quali attira fortemente il maschio.

Cisti follicolari ovariche nei cani: diagnosi e terapia

Visto che distinguere tra cicli dovuti alla presenza di cisti e cicli regolari è abbastanza difficile, è importante non sottovalutare ogni possibile anomalia nella cagnolina, come ad esempio se manifesta calori della durata insolita e irregolare. La prima cosa da fare è portare la cagnetta dal veterinario e possibilmente effettuare degli esami. Per una diagnosi corretta è necessario realizzare un’anamnesi completa, un’ecografia e le analisi del sangue. Se il cane presenta delle cisti ovariche, nell’ecografia si potranno vedere delle strutture anecogene uniformi e di colore nero. Una volta identificate, occorre fare una diagnosi differenziale con le neoplasie ovariche. Le cisti possono variare di numero e di dimensioni da cane a cane e possono manifestarsi in una o in tutte e due le ovaie. La terapia per eliminare le cisti ovariche in un cane è un intervento chirurgico, quindi un’ovarioisterectomia.