Oncologia veterinaria integrata nel cane e nel gatto

L’ oncologia veterinaria integrata è una scienza innovativa che si fonda sull'evidenza scientifica e si pone l’obiettivo di rendere più efficace il trattamento convenzionale

Oncologia veterinaria integrata nel cane e nel gatto

L’ oncologia veterinaria integrata è una scienza innovativa che si fonda sull’evidenza scientifica e si pone l’obiettivo di rendere più efficace il trattamento convenzionale, migliorando il controllo dei sintomi e alleviando la malattia del paziente. In questo modo diminuisce il dolore e la sofferenza. In definitiva, l’oncologia integrata è quella scienza in grado di migliorare la cura per il cancro, fare prevenzione e tenere sotto controllo i sintomi. Per ridurre gli effetti collaterali di radio e chemio un valido aiuto è rappresentato dall’omotossicologia, dalla fitoterapia, dalla micoterapia e dalla nutraceutica, integrando la terapia del dolore per prevenire la perdita di peso e ridurre la debolezza e l’astenia. L’applicazione della sola medicina convenzionale non riesce a soddisfare tutte le esigenze del paziente oncologico e l’assenza di ricerche nel settore veterinario dei rimedi naturali mostra il disinteresse verso questo campo. Poiché i principi non sono sintetizzabili, le case farmaceutiche che comandano il settore delle ricerche in campo universitario non hanno alcun interesse a muovere nuovi studi.

Non perderti i nostri articoli.

Oncologia veterinaria integrata: la chemioterapia

La maggiore parte delle teorie mediche sostiene che ci si ammala di cancro per un’insufficienza del sistema immunitario. La chemioterapia è efficace per diminuire le dimensioni delle masse tumorali ma al tempo stesso distrugge totalmente il midollo e anche le difese immunitarie dell’organismo. Il risultato è evidente: l’organismo rimane debilitato ed è esposto a nuove malattie per diverso tempo o addirittura per sempre. E’ dimostrato da uno studio statunitense, infatti, che la chemioterapia usata da decenni per combattere il cancro in realtà può stimolare la secrezione di una proteina nelle cellule sane circostanti. Questa proteina va a sostenere la crescita e rende immune il tumore a ulteriori trattamenti. La scoperta è stata pubblicata sulla rivista Nature ed è il risultato di una ricerca sulle cellule del cancro alla prostata volta a verificare come mai queste ultime siano praticamente impossibili da eliminare nel corpo umano, mentre si uccidono facilmente in laboratorio.  La scoperta conferma un elemento che gli oncologi conoscono molto bene: i tumori rispondono bene alle prime chemio, ma poi ricrescono rapidamente e sviluppano una maggiore resistenza a ulteriori trattamenti chemioterapici.

Oncologia veterinaria integrata: strategia per combattere il tumore

L’arma migliore per combattere il cancro è quindi il sistema immunitario. A renderlo insufficiente sono un cumulo di cose, tra cui l’eccesso di vaccinazioni, l’aumento di malattie autoimmuni, allergie, intolleranze alimentari, inquinanti ambientali e alimentari, tutti fattori che mettono a rischio il sistema immunitario del cane e del gatto. Combattere il cancro con l’ oncologia veterinaria integrata è una soluzione che migliora la qualità della vita del nostro amico a quattro zampe.

Per avere tutte le informazioni sulla salute del tuo cane, scarica l’ebook gratuito di Dogalize I consigli dei Veterinari